Dove vedere mondiali di sci 2017 in tv -

Eurosport amplia la sua rete di diffusione in Spagna. Discovery Communications, proprietario del canale tematico dedicato allo sport visibile anche in Italia, ha firmato un accordo con Telefónica per estendere la distribuzione dei suoi contenuti alla piattaforma satellitare ereditata con l’acquisto di Digital +. Finora il canale era disponibile solamente per gli utenti Movistar + che hanno avuto accesso alla proposta tramite ADSL.

Il nuovo contratto, fondamentale nella distribuzione dei diritti tv,  permette di portare avanti un raccorto che dura ormai dal 1996 e consentirà di incorporare anche Eurosport 360. Si tratta di un servizio che consente agli spettatori di guardare i loro utenti sportivi preferiti da tutte le angolazioni. Ogni utente ha inoltre la possibilità di scegliere quale partita vuole vedere nei tornei che si disputano simultaneamente.

La presenza di un canale seguito in ogni parte del mondo all’interno della piattaforma di Movistar + garantisce al gruppo di telecomunicazioni di consentire la visione di eventi di cui non ha i diritti. Tra questi, ci sono tornei che riscuotono grande interesse anche tra chi ama seguire altre discipline oltre al calcio, come l‘ATP di tennis e, dal 2018, i Giochi Olimpici, grazie al recente accordo storico stipulato con il CIO (Comitato Olimpico Internazionale).

Per arrivare a questo importante cambiamento è stata necessaria l’acquisizione, avvenuta a luglio, del 100% di Eurosport, resa possibile grazie a un investimento pari a ben 491 milioni di euro. zienda variazioni di livello di attività e importanti contratti sono stati frenetico dopo Discovery Communications ha raggiunto il 100% di Eurosport a fine luglio, dopo aver accettato di pagare 491 milioni di euro a TF1, uno dei principali mezzi di comunicazione privati Francia che conservava ancora il 49% delle azioni dopo aver iniziato la sua dismissione nel 2012.

Da maggio 2014, il nuovo proprietario e la sua controllata hanno acquisito più di 7.500 ore di copertura l’anno, con più di 3.300 ore di diretta e più di 500 eventi complessivi. Tra questi, possiamo citare Champions League, Europa League, Major League Soccer, Bundesliga, il ciclismo spagnolo, Wimbledon in Belgio o la Coppa del mondo di calcio femminile in tutta Europa, giusto per citarne alcuni.

Questa ultima mossa conferma la crescita che Eurosport sta attraversando anche in Italia. Dopo avere acquisito in esclusiva i diritti per le Olimpiadi su tutte le piattaforme, inclusa la televisione “in chiaro”, la pay-tv, internet e la telefonia mobile in tutte le lingue dei 50 paesi e territori del continente europeo, ora il canale punta a un processo di localizzazione. La collocazione resta però sempre all’interno del mercato pay TV.