Con 22 voti a favore, 3 contrari e 2 astenuti, il Consiglio comunale di Napoli ha approvato il bilancio di previsione 2015 al termine di una maratona notturna durata oltre otto ore e di 22 ore complessive di dibattito.

Col bilancio sono stati approvati anche la relazione previsionale e programmatica e lo schema di bilancio pluriennale per il periodo 2015/2017. Tra gli 11 emendamenti alla manovra approvati spicca la proroga fino al 30 settembre 2015 della convenzione con la società sportiva Calcio Napoli, in modo da consentire al Consiglio di discutere della convenzione-ponte per l’affidamento dello stadio San Paolo per la durata della procedura connessa all’ammodernamento dell’impianto. L’emendamento è passato con 27 sì, 9 no e 1 astenuto.

Nei giorni scorsi il presidente Aurelio De Laurentiis si era espresso per un rifacimento ex novo dello stadio. L’emendamento approvato ieri permette di proseguire nella valutazione dei progetti futuri.

Più che un restyling è un progetto preciso – aveva affermato De Laurentiis -. Abbiamo consegnato tutte le carte rispettando i termini entro il 31 luglio. Abbiamo voglia di dare una nuova anima allo stadio San Paolo. Nelle prossime settimane procederemo con il rinnovo della convenzione che abbia la durata per poter continuare ad andare avanti con l’inter legislativo che comprende tre momenti ben precisi. Sarà uno stadio da 41mila posti, sarà identico come capienza allo Juventus Stadium. A bordocampo stiamo pensando di portare una parte dei distinti, ho tante altre idee che svilupperemo in seguito, tra cui diverse attività commerciali. Vorrei che lo stadio fosse l’inizio per rimettere in piedi un discorso sul sud, essendo Napoli una regina di povertà del sud“.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here