Il Manchester United sbarca in Pakistan. E’ l’effetto dell’estensione dell’accordo di partnership con il gigante delle assicurazioni Aon attraverso un programma di affinità assicurativa, strutturato ad hoc per le peculiarità del mercato pakistano. E’ il primo accordo che vede il Manchester impegnato nella regione e un ulteriore passo in avanti per il club verso la sempre più capillare diffusione di un brand che, grazie solo a sponsor e merchandising, ha incassato nella sola stagione 2013-14 ben 239,6 milioni.

Manchester United, l’iniziativa ha il titolo di “United We Go Higher”

L’iniziativa prende il nome di “United We go Higher” e prevede una forma di assicurazione personale dagli infortuni per i cittadini residenti in Pakistan. In particolare, chi acquisterà uno smartphone Haier riceverà una tessera assicurativa firmata congiuntamente dai brand Aon e Manchester United, collezionabile, e in cui vi sarà raffigurato uno dei giocatori della prima squadra guidata dal tecnico olandese Louis Van Gaal. Per gli acquirenti inoltre, la possibilità di vincere i premi messi in palio dal club inglese, anche sotto forma di esperienza diretta con il club.

L’importanza del mercato pakistano è stata brevemente sottolineata da Richard Arnold, Managing Director dello United, che ha dichiarato:”Il mercato del Pakistan è molto importante per il Manchester United e vogliamo continuare ad esplorarlo. Tuttavia, sia già contenti di avere una solida fan base con 4,5 milioni di tifosi pakistani, e con l’aiuto del nostro partner Aon siamo sicuri di poterci impegnare con i nostri supporters attraverso ottimi prodotti assicurativi“.

Khurram Alikhan, CEO di Aon Pakistan, ha mostrato lo stesso entusiasmo: “Siamo soddisfatti di poter lanciare il nostro primo Personal Accident brandizzato assieme al Manchester United in Pakistan. Sfruttando la nostra partnership globale con il Manchester United, ‘United We Go Higher’ crea un’occasione unica per gli appassionati di vincere esclusivi premi, tra cui un viaggio a Manchester con la possibilità di incontrare i loro giocatori preferiti“.

Ma il rapporto con il colosso con sede a Londra tuttavia è ben più significativo: main sponsor del club dal 2010 fino al giugno dell’anno scorso prima dell’arrivo del marchio automobilistico Usa Chevrolet, ad Aon è stata affidata la sponsorizzazione ufficiale del kit d’allenamento della squadra inglese e la denominazione del Training Ground a Carrington. In cambio, per la società della famiglia Glazer, 120 milioni di sterline distribuite lungo l’arco di un patto pluriennale dalla durata di otto anni.