Sala: «Spero Inter e Milan decidano di riqualificare San Siro»

Le parole del sindaco di Milano: «Non abbiamo fissato una riunione perché in questo momento devono riflettere e sto dando loro il tempo per farlo».

Sala ristrutturazione San Siro
Giuseppe Sala (Foto: Matt Roberts/Getty Images)

Con Inter e Milan dopo la presentazione dello studio di fattibilità di WeBuild per la riqualificazione di San Siro “non abbiamo fissato una riunione perché in questo momento devono riflettere e sto dando loro il tempo per riflettere”. Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala a margine del Consiglio comunale.

“So che è di loro interesse, mi auguro che però prendano una decisione e che si possa poi rapidamente andare verso una formulazione amministrativa di un possibile accordo – ha concluso -. È chiaro che noi da proprietari dello stadio lo possiamo cedere solo attraverso un bando, ad esempio. C’è da fare molto lavoro ma a monte c’è l’intenzione o meno delle squadre di fare questi lavori su San Siro. Io ci spero molto”.

Soltanto nei primi giorni di luglio, come riportato da Calcio e Finanza nei giorni scorsi, è stata consegnata alle due società la documentazione da parte di WeBuild, a 10 giorni dall’incontro in Comune: i club stanno quindi iniziando ad analizzare soltanto ora lo studio di fattibilità, ma più che valutare l’aspetto economico starebbero cercando di capire nel dettaglio la proposta della società di costruzione per poter arrivare ad una valutazione complessiva del piano. Intanto, però, proseguono da parte di entrambe i procedimenti per i progetti alternativi, ovverosia quello di San Donato per il Milan e di Rozzano per l’Inter.

Come emerso da indiscrezioni riportate dai quotidiani nei giorni seguenti, il piano prevederebbe tra gli altri elementi un aumento dei posti hospitality dagli attuali 2.900 a circa 13mila (con l’abbattimento del primo anello che sarà ricostruito con doppia fila di sky box), con la chiusura del terzo anello e conseguente eliminazione del tabellone lato via Piccolomini per aumentare la capienza anche dei posti “popolari”. Inoltre, sarebbe prevista una struttura di 9mila metri quadri che dovrebbe contenere il museo di Milan e Inter, bar, ristorante e uffici delle squadre davanti ai gate 8,9 e 10.