Inter, via libera a Oaktree dall’Antitrust: nessuna istruttoria avviata

L’AGCM ha deciso di non avviare nessuna istruttoria sul subentro, da parte del fondo californiano, alla guida del club nerazzurro per il mancato pagamento dei debiti da parte di Steven Zhang.

Inter nuovi manager Oaktree
La sede dell'Inter (Foto: MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha deliberato di non avviare l’istruttoria con riguardo sul subentro da parte di Oaktree nel controllo esclusivo sull’Inter e le sue controllate, dopo che Steven Zhang non ha pagato un debito da 395 milioni di euro verso il fondo californiano.

L’acquisizione è avvenuta attraverso l’esercizio dei diritti relativi alle obbligazioni a tasso fisso garantite e assicurate detenute da Oaktree sulle azioni dell’Inter, a seguito del mancato pagamento da parte di quest’ultima, alla scadenza del 20 maggio 2024, degli importi dovuti in base a un prestito concesso nel 2021. Conseguentemente, Oaktree ha acquisito, in ultima istanza, la proprietà indiretta del 99,6% del capitale sociale dell’Inter e il controllo esclusivo su quest’ultima e le sue controllate.

Secondo l’Antitrust, l’operazione in esame non ostacola in misura significativa la concorrenza effettiva nei mercati interessati e non comporta la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante.

IL COMUNICATO DELL’ANTITRUST