Milan, la Procura FIGC archivia l'inchiesta sulla cessione da Elliott a RedBird

La decisione è stata presa dall’ufficio guidato dal procuratore Giuseppe Chinè dopo aver analizzato i documenti provenienti dalla Procura di Milano.

Cardinale
Gerry Cardinale, proprietario del fondo RedBird (Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

La procura federale della FIGC ha appena archiviato “allo stato degli atti” il fascicolo aperto sul passaggio del Milan da Elliott a RedBird. A riportarlo è l’ANSA.

L’inchiesta dell’ufficio guidato dal procuratore Giuseppe Chinè era stata aperta lo scorso marzo dopo l’acquisizione di parte degli atti della Procura della Repubblica di Milano che indaga sull’operazione finanziaria. Il tutto è iniziato con le perquisizioni dello scorso 12 marzo anche in alcuni uffici di Casa Milan e vede iscritti nel registro degli indagati l’Ad Giorgio Furlani il suo predecessore Ivan Gazidis per ostacolo alle funzioni di vigilanza della Federcalcio.

Al centro delle indagini della Procura milanese c’è anche la congruità del prezzo della vendita del Milan dal fondo Elliott a RedBird. Il fondo di Gerry Cardinale ha acquisito il club per circa 1,2 miliardi di euro.

La notizia di quest’oggi è da leggere in ambito sportivo visto che arriva dalla FIGC, mentre si attendono eventuali sviluppi sul piano civile e penale, con il Milan e RedBird che si sono sempre detti sereni e pronti a collaborare con la giustizia.