La FIFA mette in vendita i Mondiali 2026 e 2030: al via la corsa per i diritti tv in UK

Al via la corsa alla trasmissione della prima edizione della competizione con 48 Nazionali e di quella che celebrerà il centenario del torneo.

Mondiali diritti tv
(Foto: Hernan Cortez/Getty Images)

La FIFA ha dato il via alla corsa per i diritti televisivi dei Mondiali nel Regno Unito. Il massimo organo di governo del calcio mondiale ha lanciato il bando per le edizioni 2026 (USA, Canada e Messico) e 2030 (Spagna, Portogallo e Marocco con alcune partite in Argentina, Paraguay e Uruguay) nei territori d’Oltremanica.

Il Mondiale del 2026 sarà la 23esima edizione della competizione e sarà ospitata congiuntamente da Canada, Messico e Stati Uniti. Con un record di 48 Nazionali (per la prima volta nella storia), 16 città ospitanti e tre Paesi ospitanti, il torneo presenterà un totale inedito di 104 partite, unendo il globo attraverso il calcio nel giugno e nel luglio del 2026.

La prossima Coppa del Mondo offrirà una maggiore possibilità per le squadre di qualificarsi rispetto a qualsiasi altra edizione precedente. La UEFA (Europa) beneficerà di tre slot diretti aggiuntivi, portando la sua allocazione totale da 13 a 16 squadre.

Come per l’edizione del 2026, la Coppa del Mondo 2030 genererà grande entusiasmo in tutto il pianeta. Il Consiglio della FIFA ha unanimemente concordato nell’ottobre 2023 che, soggetto al completamento di un processo di gara riuscito e all’approvazione successiva del Congresso FIFA nel 2024, l’unica candidatura per la Coppa del Mondo 2030 era quella combinata di Marocco, Portogallo e Spagna.

Inoltre, il Consiglio della FIFA ha concordato di organizzare tre partite della manifestazione (che coinciderà con il centenario del primo Mondiale mai giocato) in Argentina, Paraguay e Uruguay come parte di una celebrazione unica. Il processo di gara consentirà alla FIFA di selezionare l’ente, o gli enti, meglio posizionati per garantire gli impegni di trasmissione e programmazione richiesti per raggiungere l’obiettivo della FIFA di raggiungere il più ampio pubblico possibile fornendo un’esperienza di visione di alta qualità per i fan.