Inter, per Zhang spunta l’ipotesi riscadenziamento con Oaktree

Il presidente dell’Inter potrebbe ottenere una nuova data di scadenza del prestito con il fondo californiano, a fronte di un tasso di interesse maggiore.

Zhang improbabile che paghi
(Foto: ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

La scadenza del prestito concesso nel 2021 dal fondo statunitense Oaktree alla famiglia Zhang, essenziale per la gestione dell’Inter, è ormai distante solamente tre mesi. La deadline – ricorda Il Sole 24 Ore nella sua edizione odierna – è fissata per il mese di maggio di quest’anno.

Le opzioni disponibili si stanno riducendo, nonostante il presidente nerazzurro Steven Zhang abbia ancora margini di manovra. La somma da restituire ammonta a 275 milioni di euro, concessi alla società lussemburghese Grand Tower Sarl, con un tasso di interesse del 12%, che a maggio avrà fatto salire l’importo complessivo a circa 385 milioni di euro.

Oltre alla possibilità di rifinanziamento, di cui tanto si è discusso in questi mesi (per evitare che Oaktree rilevi il club dalle mani della famiglia Zhang tramite l’escussione del pegno) un’alternativa considerata, secondo Reorg, sarebbe quella di rinegoziare la scadenza del prestito con Oaktree, probabilmente con l’applicazione di un tasso d’interesse più elevato.

Rimane da capire la strategia del fondo americano nei confronti dell’azionista cinese. Nel frattempo, Oaktree sarebbe stato contattato recentemente da istituti di credito e gruppi interessati all’Inter.