Verona: «Da GdF indagine su società terza. Contestazione da 50mila euro»

Nota ufficiale del club per chiarire la propria posizione sull’indagine della Guardia di Finanza: «Non è stata effettuata alcuna perquisizione».

Verona indagine sponsor
(Foto: Andrea Staccioli / Insidefoto)

L’Hellas Verona ha pubblicato una nota ufficiale a seguito della notizia di questa mattina secondo la quale erano in corso perquisizioni nella sede del club, in relazione a «un’indagine su sponsorizzazioni ottenute mediante fatture false emesse da una società “cartiera”».

«La Guardia di Finanza sta effettuando un’indagine su una società terza e non sull’Hellas Verona. Non è stata effettuata alcuna perquisizione né nella sede né altrove», sottolinea il Verona in un comunicato ufficiale che è stato diramato questo pomeriggio.

«Il Club ha spontaneamente messo a disposizione le proprie risultanze contabili relative ai rapporti con detta società, che consistono nella ricezione di sole tre fatture relative al periodo di imposta di quattro anni fa e comunque di modesto importo», si legge ancora nella nota.

«La contestazione, si specifica ulteriormente in corso di verifica, potrebbe equivalere a circa 50.000 euro. In ogni caso, si smentisce in maniera categorica che l’oggetto dei documenti fiscali richiesti attenga a contratti di sponsorizzazione, argomento di cui nessuno ha mai parlato», conclude il comunicato della società scaligera.