Caso Florenzi, Gravina: «Al momento non ci sono le condizioni per preoccuparsi»

Il presidente della FIGC ha poi aggiunto: «Sento del fenomeno che si sta allargando da tanto tempo. Io mi attengo ai numeri che sono di due casi accertati»

florenzi e gravina
Alessandro Florenzi e Gabriele Gravina (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Alessandro Florenzi è il quarto calciatore che entra nella vicenda scommesse e che viene ascoltato dagli inquirenti della Procura di Torino che si stanno occupando della vicenda per riuscire a incriminare i membri dell’organizzazione criminale che si nasconde dietro al giro di affari delle piattaforme illegali.

In questa rete ci sono entrati anche alcuni calciatori, l’ultimo Florenzi, che ha riacceso i fari della Procura FIGC, anche se al momento, non ci sono procedimenti sportivi a carico del laterale del Milan, come conferma lo stesso presidente federale Gabriele Gravina: «Florenzi è uno dei casi che ho letto sulla stampa. Non mi sembra ci siano le condizioni che possano destare preoccupazione. Non abbiamo notizie specifiche circa la parte sportiva quindi non siamo stati informati di posizioni negative per quanto ci riguarda. Quando ne verremo a conoscenza adotteremo come sempre fatto la doppia scelta di punire severamente ma di accompagnare anche con un processo di recupero. Ma per ora non abbiamo nulla».

A margine del consiglio federale odierno, Gravina ha poi concluso sulla vicenda: «Sento del fenomeno che si sta allargando da tanto tempo. Ad oggi mi attengo ai fatti sennò cadiamo nel qualunquismo che non fa bene a nessuno. Io mi attengo ai numeri che sono di due casi accertati. Di altri non abbiamo elementi».