Non solo Inter, Golman Sachs rifinanzia il debito del Lione: prestito da 320 mln al 6%

Il club francese è stato assistito dalla banca d’affari statunitense, la stessa che sta lavorando con la famiglia Zhang per il rifinanziamento del prestito con Oaktree.

Lione prestito Goldman Sachs
(Foto: JEFF PACHOUD/AFP via Getty Images)

I francesi dell’Olympique Lione hanno raggiunto un accordo con un gruppo di investitori per rifinanziare 320 milioni di euro di debito per il quale pagheranno un interesse del 5,8%. Lo riporta Bloomberg, ricordando che nei giorni scorsi il Lione ha dichiarato in una nota di aver raggiunto un accordo preliminare con un «gruppo di principali istituzioni finanziarie globali» per rifinanziare la maggior parte del proprio debito e quello della sua controllata Olympique Lyonnais SASU.

Il ricavato consentirà alla società francese di ripagare il debito a lungo termine per finanziare lo stadio, i prestiti garantiti dal governo ottenuti a seguito dell’emergenza Coronavirus e altri importi dovuti a privati, tra cui Holnest, il family office di Jean-Michel Aulas, ex azionista di controllo del club.

Il club è stato assistito da Goldman Sachs nel rifinanziamento. La banca d’affari statunitense è la stessa che sta lavorando accanto alla famiglia Zhang al rifinanziamento del prestito ottenuto dal fondo californiano Oaktree Capital per la gestione dell’Inter.

Il Lione è stato rilevato l’anno scorso dall’uomo d’affari americano John Textor, che possiede anche una partecipazione del 40% nel Crystal Palace in Premier, nell’RWD Molenbeek in Belgio e nel Botafogo in Brasile. Il Lione, che ha concluso la scorsa stagione al settimo posto in classifica, è guidato dal tecnico italiano Fabio Grosso.