Ferrari vola nei primi nove mesi del 2023: utile di quasi un miliardo

Nel terzo trimestre dell’anno le vetture consegnate hanno raggiunto le 3.459 unità, con un incremento di 271 unità rispetto all’anno precedente.

Ferrari terzo trimestre 2023
(Foto: BEN STANSALL/AFP via Getty Images)

Ferrari ha annunciato oggi i risultati preliminari consolidati relativi al terzo trimestre e ai nove mesi conclusi il 30 settembre 2023. Un periodo che ha fatto registrare un utile netto di 963 milioni di euro (in netta crescita rispetto ai 718 milioni del 2022). Nel terzo trimestre dell’anno le vetture consegnate hanno raggiunto le 3.459 unità, con un incremento di 271 unità rispetto all’anno precedente, grazie a un portafoglio ordini molto solido che rispecchia i volumi, le aree geografiche e i piani di allocazione prodotti per trimestre.

Di conseguenza, la regione EMEA ha registrato un aumento dell’8,3%, le Americhe del 21,1%, la Cina Continentale, Hong Kong e Taiwan hanno riportato una diminuzione di 36 unità e la regione Resto dell’APAC è rimasta pressoché in linea con lo stesso periodo dell’anno precedente. Le consegne del trimestre sono state trainate dalle famiglie 296 e SF90, mentre la F8 Spider è prossima alla fine del suo ciclo di vita.

Nel corso del trimestre le consegne della 812 Competizione A e della Purosangue erano in fase di accelerazione, mentre sono proseguiti i piani di allocazione della Daytona SP3. Nella gamma prodotti del trimestre sono compresi nove modelli con motore a combustione interna e quattro modelli a motorizzazione ibrida. Le consegne di questi ultimi hanno raggiunto il 51,0% delle consegne totali nel trimestre.

Ferrari terzo trimestre 2023 – I ricavi della società

Nel terzo trimestre 2023 i ricavi netti si sono attestati a 1.544 milioni di euro (4,4 miliardi nei nove mesi). I ricavi da Automobili e parti di ricambio sono stati pari a 1.330 milioni di euro (in crescita del 26,5%), grazie all’aumento dei volumi, al mix prodotti e geografico più ricco e al maggiore contributo delle personalizzazioni e del pricing. L’aumento dei ricavi da Sponsorizzazioni, proventi commerciali e relativi al marchio a 145 milioni di euro, in crescita del 13,8%, è attribuibile principalmente alle nuove sponsorizzazioni e al migliore posizionamento nel campionato di Formula 1 dell’anno precedente.

Ferrari terzo trimestre 2023

La contrazione dei ricavi dei Motori (28 milioni di euro, -33%) riflette la diminuzione delle consegne a Maserati, con l’approssimarsi della scadenza del contratto nel 2023. I cambi, inclusi quelli di transazione, di conversione e comprensivi delle operazioni di copertura, hanno avuto un impatto netto negativo per 36 milioni, in particolare lo Yuan Cinese, lo Yen Giapponese e il Dollaro Statunitense

Ferrari terzo trimestre 2023 – L’Adjusted EBITDA e i costi

L’Adjusted EBITDA del terzo trimestre 2023 si è attestato a 595 milioni di euro, in crescita del 37% rispetto all’anno precedente. Nel terzo trimestre 2023 l’Adjusted EBIT è stato pari a 423 milioni, con un aumento del 41,6% rispetto all’anno precedente. I volumi hanno avuto un impatto positivo (33 milioni) attribuibile all’aumento delle consegne rispetto all’anno precedente. La variazione molto forte e positiva del mix / prezzo (170 milioni) è dovuta principalmente all’arricchimento del mix prodotti, sostenuto dalla Daytona SP3 e dalle famiglie 812 Competizione e SF90, al mix geografico positivo trainato dalle Americhe e al maggiore contributo delle personalizzazioni e del pricing.

I costi industriali e i costi di ricerca e sviluppo hanno evidenziato un incremento (63 milioni di euro), dovuto principalmente all’aumento degli ammortamenti e all’inflazione dei costi delle materie prime. L’aumento di 10 milioni della voce SG&A riflette principalmente lo sviluppo dell’organizzazione e delle infrastrutture digitali della Società. Le altre variazioni sono state positive (17 milioni) e rispecchiano principalmente i maggiori proventi commerciali legati al migliore posizionamento nel campionato di Formula 1 dell’anno precedente e le nuove sponsorizzazioni.

Ferrari terzo trimestre 2023 – L’utile netto del trimestre

I proventi finanziari netti hanno contribuito positivamente, per un totale di circa Euro 3 milioni, grazie ai maggiori rendimenti sulla liquidità, agli utili realizzati sull’offerta pubblica di acquisto in denaro sul prestito obbligazionario eseguita nel trimestre e all’impatto netto complessivo dei cambi. L’utile netto adjusted del trimestre è stato pari a 332 milioni di euro, in aumento del 45,7% rispetto all’anno precedente.

La solida generazione di free cash flow industriale, pari a 301 milioni di euro, è stata trainata dall’aumento dell’Adjusted EBITDA, in parte controbilanciato da spese in conto capitale per 205 milioni e dall’aumento di capitale circolante, fondi e altre voci per 80 milioni. L’indebitamento industriale netto al 30 settembre 2023, pari a 233 milioni rispetto a 331 milioni al 30 giugno 2023, riflette anche il riacquisto di azioni proprie per 194 milioni di euro. Al 30 settembre 2023 la liquidità complessiva disponibile era pari a 1.612 milioni di euro.

Ferrari terzo trimestre 2023 – Le parole dell’AD Vigna

«Un altro trimestre da record, con una crescita degli utili trainata da un mix ancora più ricco e dal continuo appeal delle personalizzazioni, che ci porta ad aumentare la guidance per l’anno. Il portafoglio ordini rimane ai massimi livelli grazie alla forte domanda in tutte le aree geografiche e si estende a tutto il 2025», ha commentato l’Amministratore Delegato Benedetto Vigna.

«L’unicità del nostro marchio, che ancora una volta ha contribuito a questo successo, è di ispirazione per tutto ciò che facciamo: dai lanci di nuovi modelli, tra cui le ultime 296 Challenge e 499P Modificata, alle esperienze esclusive che offriamo ai nostri clienti, come il recente Ferrari Gala di New York e le Finali Mondiali al circuito del Mugello», ha aggiunto.