Il calendario dei Mondiali 2030: come saranno distribuite le gare nei sei Paesi ospitanti

La rassegna iridata si terrà in Spagna, Portogallo e Marocco, ma le partite inaugurali si giocheranno in Uruguay, Paraguay e Argentina.

Mondiali Arabia Saudita estate
(Photo by Marcelo Endelli/Getty Images)

La FIFA ha assegnato a Spagna, Portogallo e Marocco l’organizzazione del Mondiale 2030, con le prime partite della competizione iridata che si disputeranno in Paraguay, Argentina e Uruguay per celebrare i 100 anni dalla prima edizione che si è giocato in quest’ultimo.

L’edizione del 2030 sarà la seconda dopo l’allargamento delle nazionali iscritte che passeranno nel 2026 da 32 a 48 con la FIFA che ha già provveduto alla logistica per garantire uniformità e scongiurare disagi alle squadra che dovranno viaggiare dal Sud America alla penisola iberica in vista della seconda giornata della fase a gironi, che in totale sono 12 con quattro squadre ciascuno.

Come scritto sul sito ufficiale della FIFA, il programma prevederà circa 11-12 giorni di viaggio e riposo prima della seconda partita delle sei squadre che giocheranno in Sud America, con circa 5-6 giorni di viaggio e riposo per le restanti sei avversarie dei gironi e tutte le altre squadre partecipanti. Le tre partite giocate in Sudamerica verranno anticipate di qualche giorno prima delle partite ufficiali di apertura della Coppa del Mondo FIFA, che si giocheranno in Spagna, Portogallo e Marocco.

Ecco il calendario pensato dalla FIFA:

  • Sabato-domenica 8-9 giugno 2030: Cerimonia celebrativa del Centenario e prime partite dell’Uruguay a Montevideo, Argentina in casa e Paraguay in casa
  • Giovedì-venerdì 13-14 giugno 2030: cerimonia di apertura e partita di apertura della Coppa del Mondo FIFA 2030
  • Sabato-domenica 15-16 giugno 2030: Prime partite delle altre squadre dei gironi di Uruguay, Argentina e Paraguay
  • Venerdì-sabato 21-22 giugno 2030: seconda giornata dei gironi di Uruguay, Argentina e Paraguay
  • Domenica 21 luglio 2030: Finale della Coppa del Mondo FIFA 2030

Le eventuali modifiche saranno apportate, nel caso, anche seguendo le indicazioni che verranno adottate per il Mondiale del 2026 che, come detto, sarà la prima edizione a 48 nazionali. Ovviamente, la FIFA, deve tenere conto dei vari spostamenti con tre partite in Sud America che offriranno anche ai tifosi di quella regione la possibilità di assistere alle partite del torneo, con metà delle squadre che giocheranno in casa, prima di spostarsi in Spagna, Portogallo e Marocco.