Cambia il format delle qualificazioni UEFA ai Mondiali 2026: ecco le novità

Il Comitato Esecutivo della UEFA ha ufficializzato le norme che saranno utilizzate per le prossime qualificazioni ai Mondiali 2026 che si giocheranno in USA, Messico e Canada.

Mondiali 2026 nuovo format
(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Come funzionano qualificazioni Mondiali 2026 – Non solo FPF, il Comitato Esecutivo UEFA che si è riunito oggi a Nyon, in Svizzera, ha ufficializzato anche quello che sarà il nuovo format delle qualificazioni europee per la Coppa del Mondo FIFA 2026 che si giocheranno tra USA, Messico e Canada.

Complice infatti l’aumento delle squadre per i Mondiali 2026, con il numero di partecipanti che passerà da 32 a 48, la UEFA “consiglierà alla FIFA di utilizzare il seguente formato per la qualificazione delle 16 squadre europee alla Coppa del Mondo 2026”, si legge nella nota.

Confermato il percorso classico, con fase a gironi e in seguito una fase di playoff. Cambierà tuttavia il numero di gironi: si passerà dai 10 per le qualificazioni a Qatar 2022 ai 12 gruppi verso i Mondiali 2026, gironi che saranno composti da quattro o cinque squadre (rispetto alle cinque o sei squadre per il 2022) con gare di andata e ritorno che verranno disputate tra marzo e novembre 2025.  Le 12 vincitrici dei gironi si qualificheranno direttamente per la Coppa del Mondo, mentre le seconde classificate dei 12 gironi parteciperanno agli spareggi che si giocheranno a marzo 2026, con 16 squadre coinvolte.

Come funzionano qualificazioni Mondiali 2026, i playoff

Oltre alle 12 seconde classificate nella fase a gironi delle Qualificazioni Europee, infatti, verranno selezionate le quattro vincitrici dei gironi della UEFA Nations League 2024/25 meglio classificate che non hanno terminato la fase a gironi delle Qualificazioni Europee al primo o al secondo posto. Le 16 squadre verranno divise in quattro percorsi diversi composti da quattro squadre ciascuno: le partite di spareggio si giocheranno in semifinali di andata e ritorno seguite da finali di andata e ritorno all’interno della stessa finestra delle partite internazionali prevista appunto a marzo 2026.