Sala: «Stadio fuori Milano problema per comuni piccoli»

Il progetto nuovo stadio di Inter e Milan nell’area di San Siro è al momento fermo sulle richieste da parte del Comune di modifiche, per esempio capienza da 70mila…

Sala
Giuseppe Sala (Image credit: Depositphotos)

Il progetto nuovo stadio di Inter e Milan nell’area di San Siro è al momento fermo sulle richieste da parte del Comune di modifiche, per esempio capienza da 70mila posti e maggior spazio alle aree verdi, mentre le voci che vogliono le due squadre fuori da Milano, soprattutto il Milan.

Il sindaco di Milano Beppe Sala ha detto la sua su questo possibile spostamento fuori dai confini del capoluogo: «Per me va bene tutto, l’importante è che si rimanga a Milano. Ho detto a Inter e Milan che il problema non è solo la realizzazione dello stadio, ma la gestione. 60-70 vigili ogni volta dal Comune ad ogni partita. Se si andasse in altri comuni più piccoli, con 10 vigili in turno, diventerebbe difficile. Io sono di parte ma continuo a dire le squadre è che in un comune più piccolo si potrebbero avere grosse difficoltà».

Sulla possibilità di costruire il nuovo impianto a Milano, ma in un’area diversa da quella di San Siro: «A me va bene tutto purché si rimanga a Milano dovendo fare un nuovo stadio. Sono in attesa che uno dei due club o entrambi vengano a parlarmi ufficialmente se questa è un’ipotesi solida. Per me va bene tutto, l’importante è che si rimanga a Milano».

Un’ultima battuta sul progetto: «Stiamo lavorando da tanto tempo. Il rispetto delle regole ha portato a lunghe discussioni ma stiamo andando avanti. Alla sovraintendente chiederemo chiarezza, la incontrerò a breve, se non già durante questa settimana, sicuramente la prossima. Ci rendiamo conto di come la Serie A debba evolversi perché altrimenti sarà faticoso per le squadre italiane far quadrare i conti. Primo su tutto il gap sui diritti tv tra la Premier e il campionato: grida vendetta. Naturale che le squadre pensino ad un nuovo stadio».