Gabriel Barbosa (Photo by Franklin Jacome/Getty Images)

Il grande spettacolo del calcio sudamericano approda in esclusiva su Mola. È stato siglato un accordo quadriennale per la trasmissione delle più grandi competizioni del Sudamerica: Copa Libertadores, Copa Sudamericana e Recopa per un totale di 314 partite trasmesse. Inoltre, si aggiunge anche una grande co-esclusiva: la Liga Profesional Argentina.

Un’acquisizione che si inserisce in una strategia molto più ampia sul calcio e sul futbòl sudamericano in particolare. Nel 2022 Mola ha trasmesso, sempre in esclusiva, le qualificazioni Conmebol a Qatar 2022 e le amichevoli pre-mondiali di Argentina e Brasile.

Le partite saranno trasmesse in esclusiva e in diretta con telecronaca in italiano per ogni singolo match. Non finisce qui, perché Mola si arricchirà di speciali, interviste, goal collection e contenuti riguardanti le competizioni.

“Siamo davvero contenti di trasformare Mola nella casa del calcio sudamericao. In questo primo nostro anno di vita abbiamo visto quanta passione e il futbòl porta con sé. Avere in diretta e in esclusiva Libertadores, Sudamericana e Recopa, a cui si aggiunge in co-esclusiva il campionato argentino, ci fa entrare in un mondo pieno di meraviglie. Noi le vivremo con lo sguardo di chi vede rotolare il pallone per la prima volta: lì come scrive Borges, ricomincia la storia del calcio. Lì comincia la storia di Mola con il calcio sudamericano. Non vediamo l’ora”, ha detto il direttore di Mola Italia, Goffredo d’Onofrio.

La squadra di giornalisti e telecronsti sarà così composta: Enrico Zambruno, Simone Indovino, Manolo Chirico, Roberto Ugliono, Matteo Nigra, Giovanni Esposito, Andrea Colella, Andrea Di Giacomo, Giacomo Righetti, Tommaso Murdocca, Luca Tumminello, Simone Longo e Paolo Rossi.

Si parte il 27 gennaio con la Liga Profesional Argentina, un campionato con 28 squadre a darsi battaglia tra di loro per strappare la corona al Boca Juniors che nel 2022 si è aggiudicato il suo 35° titolo nazionale: Mola trasmetterà 108 partite del campionato dei Campioni del Mondo.
La Copa Libertadores avrà il suo via l’8 febbraio con i preliminari: inizia ufficialmente la caccia al trofeo più prestigioso del Sudamerica alzato a novembre dal Flamengo di Gabigol e David Luiz. Dal 4 aprile l’inizio dei gironi che termineranno a fine giugno per far spazio, nei mesi di agosto, settembre, ottobre e novembre alle fasi finali.

La Recopa tra Flamengo e Indipendiente del Valle sarà il grande antipasto dei gironi di Copa Libertadores. Appuntamento su Mola il 22 febbraio per la sfida d’andata e l’1 marzo per la gara di ritorno: sarà la squadra brasiliana o quella ecuadoriana ad aggiudicarsi il primo titolo stagionale?

Appena un mese più tardi rispetto alla Libertadores sarà il turno della Copa Sudamericana, vinta nel 2022 dall’Indipendiente del Valle. Nella serata del 7 marzo il via alla fase 1 in gara secca che decreterà i partecipanti ai gironi, il cui inizio è previsto per il 4 aprile.

Il grande calcio sudamericano arricchisce il pacchetto di eventi live su Mola e si va ad aggiungere a competizioni quali l’Eredivisie, Super League greca, le amichevoli internazionali, Cage Warriors, Bellator, la grande boxe targata Frank Warren e Boxxer, la Premiership di Rugby, il campionato Nascar Cup Series e il campionato Supercars Championship. Il tutto visibile gratuitamente previa registrazione da app e smart tv su iOS, Android, Apple Tv, Samsung Tv e Android Tv.

Di seguito il calendario della prima giornata della Liga Profesional Argentina, nel weekend tra il 27 e il 30 gennaio:

  • Rosario Central – Argentinos Juniors, venerdì 27 gennaio alle ore 23.15.
  • San Lorenzo – Arsenal, sabato 28 gennaio alle ore 21.00.
  • Central Cordoba – River Plate, domenica 29 gennaio alle ore 1.30.
  • Boca Juniors – Atletico Tucuman, lunedì 30 gennaio alle ore 1.30.

TUTTA LA SERIE A TIM, LA UEFA EUROPA LEAGUE, LA SERIE BKT E MOLTO ALTRO SPORT. RIATTIVA DAZN, SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

PrecedenteIl campionato argentino su Sportitalia fino al 2027: rinnovato l’accordo
SuccessivoLaporta: «Infantino appoggiava la Superlega»