Dani Alves arrestato
(Foto: Hector Vivas/Getty Images)

Il calciatore brasiliano Dani Alves è stato arrestato nella giornata di oggi a Barcellona nell’ambito di un’indagine su di lui per presunta violenza sessuale. Lo ha riferito la polizia regionale catalana all’AFP. «È venuto questa mattina alla stazione di polizia di Les Corts», un quartiere di Barcellona, ​​dove «era stato convocato. È stato preso in custodia e sta andando» al tribunale di Barcellona, ​​ha spiegato una portavoce dei Mossos d’Esquadra, la polizia catalana.

Secondo una fonte giudiziaria, il calciatore doveva essere ascoltato da un giudice. Il 10 gennaio un tribunale di Barcellona ha annunciato di aver «aperto un’inchiesta su un presunto reato di violenza sessuale a seguito della denuncia presentata da una donna contro un calciatore», senza fare il nome del giocatore in questione.

Ma una fonte vicina al caso aveva confermato ad AFP che si trattava proprio di Dani Alves. Secondo la stampa locale, i presunti fatti sarebbero avvenuti in una discoteca di Barcellona nella notte tra il 30 e il 31 dicembre.

In un messaggio inviato al canale spagnolo Antena 3 il 5 gennaio, il 39enne ha negato qualsiasi condotta criminale e ha affermato di non conoscere la denunciante. Ex giocatore di Barcellona, ​​Juventus e Paris Saint-Germain, Alves ha trascorso alcuni giorni di vacanza a Barcellona dopo aver partecipato ai Mondiali in Qatar con la selezione brasiliana, prima di tornare nel suo attuale club: i messicani del Pumas.

IL MIGLIORE INTRATTENIMENTO DI SKY E LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE A SOLI 24,90 EURO AL MESE PER 18 MESI. SCOPRI LA NUOVA SPECIAL WEEK SKY: CLICCA QUI

PrecedenteMancati pagamenti Irpef, il Genoa: «Chiariremo tutto»
SuccessivoLa Coppa Italia piace in tv: spettatori e share record per gli ottavi