San Siro restyling Olimpiadi
(Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

Eppur si muove. La pratica nuovo San Siro continua ad andare avanti e domani la giunta deliberà un nuovo documento che dovrà recepire le novità richieste e venute fuori dal dibattito pubblico e dall’approvazione del Consiglio comunale nel famoso ordine del giorno votato favorevolmente alcune settimane fa.

Con questo documento il Comune chiederà ulteriori modifiche alle due società, le due più importanti sono l’aumento dei posti da 60mila a 70mila e ampliare l’area destinata al verde.

«Gli spunti arrivati dal dibattito pubblico e ripresi anche nell’odg del Consiglio – ha dichiarato a La Repubblica l’assessore alla Rigenerazione urbana Giancarlo Tancredi – arricchiscono molto il progetto. L’attenzione agli aspetti ambientali, ad esempio, non è trascurata nella proposta delle squadre, però mi sembra sia stato un bene sottolineare ancora meglio quegli aspetti che devono essere in testa alle priorità del progetto» . Dal punto di vista dei posti per i tifosi Tancredi auspica si trovi la soluzione: «Spero che le squadre siano disponibili a rivedere alcune loro idee. Si sono già espresse favorevolmente, ora vedremo cosa accadrà dal punto di vista formale».

I prossimi passi, quindi, per andare avanti passano dalla delibera e soprattutto dall’accoglimento da parte dei due club delle richieste di modifiche, solo allora il Comune valuterà, nuovamente, la dichiarazione di interesse pubblico. Ma Palazzo Marino rimane comunque allerta sulla questione vincolo, nonostante le parole del ministro alla Cultura Sangiuliano: «Con tutto il rispetto per le dichiarazioni informali rilasciate per la stampa, bisogna parlare anche di atti. Perché i procedimenti sono fatti di atti formali. Ecco perché sarebbe bene che ci fosse anche una pronuncia formale da parte del ministero o degli enti competenti».

TUTTA LA SERIE A TIM, LA UEFA EUROPALEAGUE, LA SERIE BKT E MOLTO ALTRO SPORT. RIATTIVA DAZN, SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

PrecedenteLa Supercoppa resta in Arabia? L’offerta saudita alla Lega
SuccessivoChi è Jim Ratcliffe, il miliardario che vuole il Manchester United