(Photo by Dino Panato/Getty Images)

Non solo Sampdoria, la famiglia Garrone è pronta a entrare in Minerva Hub, azienda nel settore del lusso, attraverso la holding San Quirico. A rivelarlo è Il Sole 24 Ore.

Minerva Hub è controllata dal fondo di private equity, Xenon, e partecipata da Matteo Marzotto e altri piccoli soci e ora la San Quirico, holding di investimenti, avrebbe ottenuto l’esclusiva per l’ingresso nel capitale sociale di Minerva Hub superando, secondo indiscrezioni, diversi fondi di private equity come la società di investimenti Investindustrial. Se l’operazione andasse a buon fine, la San Quirico entrerebbe in un settore industrialmente nuovo come quello del lusso e degli accessori per le grande case di moda.

San Quirico Spa, che ha sede a Genova, è la società capogruppo del Gruppo San Quirico. E stata costituita circa 30 anni fa, ed è di proprietà delle famiglie Garrone e Mondini. San Quirico è l’azionista di controllo di ERG, uno dei più importanti produttori indipendenti di energia verde in Europa, e detiene íi 100% di SQ Invest, che opera nei mercati degli investimenti finanziari, e della Fondazione Edoardo Garrone, nonché altri asset e società controllate di minore entità.
Minerva Hub, da parte sua, è una delle realtà emergenti del settore del lusso negli ultimi anni: è diventata un polo industriale che ha riunito diverse eccellenze della filiera del made in Italy, attive nel segmento finiture e materiali per prodotti di lusso. L’azienda, controllata da Xenon Private Equity e partecipata da Matteo Marzotto, puntava ormai da qualche mese ad un’apertura del capitale con l’ingresso di un altro investitore in partnership.
Xenon dovrebbe, dunque, reinvestire in minoranza, diventando il secondo socio. Minerva Hub è un gruppo in forte crescita: con un fatturato di oltre 180 milioni di euro grazie alle ultime acquisizioni e con un EBITDA attorno a 50 milioni e un utile netto del 15%

Intanto i Garrone continuano a cercare anche una soluzione per il futuro della Sampdoria. Come riportato da Tuttosport, infatti, sia Edoardo Garrone che Luca Bettonte, ad di San Quirico, stanno svolgendo un ruolo da mediatori e forse anche di garanzia nel muro contro muro tra Massimo Ferrero e Alessandro Barnaba del fondo Merlyn Partners. Lo stesso Bettonte è stato anche citato da Ferrero parlando della situazione del club.

SCOPRI TIMISION CALCIO E SPORT: DAZN CON LA SERIE A, INFINITY + CON LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE E 6 MESI DI AMAZON PRIME PER I NUOVI ABBONATI. TUTTO A 24,99 EURO AL MESE.

PrecedenteLufthansa presenta un’offerta per una quota di ITA
SuccessivoApre il libero scambio su Starcks, tra Frattesi e Immobile spunta Bove