DAZN costo rimborso
Un microfono di Dazn (foto Neundorf/Kirchner-Media/Imago Images)

Dovrebbe aggirarsi intorno ai 3 milioni di euro la cifra dei rimborsi previsti da DAZN per «oltre 442mila clienti» colpiti dai disservizi del turno di Serie A dello scorso 4 gennaio, quando è andato in scena il big match tra Inter e Napoli. Lo apprende Il Sole 24 Ore, spiegando che la “combinazione dei rimborsi” non è così immediata viste le diverse promo e offerte, ma la cifra sarebbe più o meno quella.

Il dato è anche la misura di un quarto del costo mensile dell’abbonamento base a 29,99 euro, moltiplicato per il numero di utenti che riceverà il rimborso. Ricordiamo che i disservizi di DAZN – causati da un partner esterno – avrebbero visto un 34% di impattati tornato alla visione normale in circa 4 minuti e circa il 10% in 1 minuto.

La piattaforma, messo da parte il tema rimborsi, si può consolare con il record stagionale registrato nella giornata di Serie A che si è svolta fra sabato 7 e lunedì 9 gennaio. Secondo i dati diffusi da Digitalia – la concessionaria del gruppo Mediaset raccoglie la pubblicità per la Serie A su DAZN – la 17esima giornata di campionato ha sfiorato i 7,5 milioni di spettatori, il turno più visto sulla piattaforma dall’inizio del campionato.

Ieri, intanto, a livello globale il gruppo ha diffuso il suo “Annual Review” riportando, fra i dati, le 1,2 miliardi di ore di streaming a livello globale su 130 milioni di dispositivi connessi nel 2022: un dato in aumento rispetto a 1 miliardo di ore e oltre 100 milioni di dispositivi che rappresentano i dati del 2021. Nello stesso report si legge che DAZN ha 15 milioni di abbonati paganti premium.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva Ora

PrecedenteSan Siro, La Russa: «Sgarbi non conta: nessun vincolo»
SuccessivoDAZN sospende i piani per la quotazione in Borsa