Stadio Roma Pubblico Interesse

La Roma ha recentemente approvato il nuovo statuto, con la trasformazione da SpA a Srl e modificato i precedenti aumenti di capitale fino a 520 milioni da completare entro fine 2024. Lo riporta Il Messaggero, spiegando che nel nuovo statuto spicca un articolo che spiega come possano essere «create categorie di quote che non attribuiscono diritti di voto o che attribuiscono al socio diritti di voto in misura non proporzionale alla partecipazione da questi detenuta».

L’unicum, spiega il quotidiano, consiste nella possibilità di creare categorie di soci con relativi poteri legate a specifici “argomenti”. E l’argomento più sentito al momento è quello del nuovo stadio, tanto che Friedkin sarebbe alla ricerca di soci per fare fronte all’investimento da 582 milioni di euro.

L’aver previsto una categoria di soci legata ad un “argomento” costituisce un indizio eloquente in tal senso, cioè che il capitale potrebbe essere aperto a chi costruisce lo stadio. Si tratta di ipotesi chiaramente, ma suffragate dalla concessione della presenza di soci con un ruolo “limitato”.

Ricordiamo che il nuovo impianto giallorosso dovrebbe sorgere a Pietralata. Lo stadio avrà una capienza di 55mila posti che potranno diventare 62mila per particolari eventi sportivi e musicali. Di questi, 5.500 saranno dedicati ai tifosi vip (che potranno usufruire anche di spazi privati tipo skybox). Sono previsti 10mila stalli per i motorini e 4.044 posti auto. Mentre la pancia dello stadio conterrà aree ricettive, di benessere e di intrattenimento. Previsto inoltre il museo della Roma, un fan store ufficiale, ristoranti vari, bar, un centro fitness e uno medico ed anche un asilo.

TUTTA LA SERIE A TIM, LA UEFA EUROPALEAGUE, LA SERIE BKT E MOLTO ALTRO SPORT. RIATTIVA DAZN, SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

PrecedenteMiliardari d’Italia: Berlusconi vola terzo, Elkann in top 25
SuccessivoL’idea di Sala: a Milano rincari tariffe in base al reddito