Samp, Merlyn Advisor ritira l’offerta da 30 milioni

Un passo indietro. E’ quello che ha effettuato il manager Alessandro Barnaba con il fondo Merlyn Advisor nel suo tentativo di scalata alla Sampdoria, portato avanti attraverso un’offerta di 30…

Garrone progetti Sampdoria
(Photo by GIUSEPPE CACACE/AFP via Getty Images)

Un passo indietro. E’ quello che ha effettuato il manager Alessandro Barnaba con il fondo Merlyn Advisor nel suo tentativo di scalata alla Sampdoria, portato avanti attraverso un’offerta di 30 milioni di euro come aumento di capitale, più altri 20 milioni per dare ossigeno alle casse del club e operare con una campagna di rafforzamento nel mercato di gennaio.

Lo scrive l’edizione genovese de La Repubblica, spiegando che dietro la ritirata ci sarebbe il mancato abbattimento dell’attuale capitale sociale, che ammonta a 14 milioni, da parte del CdA. Barnaba lo ha chiesto più volte per procedere poi alla seconda fase dell’operazione, ma senza questa mossa il fondo avrebbe deciso di chiamarsi fuori, almeno per il momento, dalla trattativa.

Senza abbattimento del capitale sociale Merlyn Partners avrebbe avuto ancora come socio di minoranza Massimo Ferrero, mentre Barnaba mira ad essere l’azionista di maggioranza al 100%. Merlyn dunque si ritira, ma si crede che possa restare alla finestra visto che Barnaba è diventato pure un piccolo azionista e c’è chi ipotizza che possa essere a Genova il 5 gennaio.

Ora il pallino del gioco passa nelle mani di Ferrero, che ha intenzione di portare a termine l’operazione con Banca Sistema: un prestito convertibile di 35 milioni della durata di due anni, la somma necessaria per un aumento di capitale, ottenibile attraverso le azioni della società date in pegno, probabilmente l’intero pacchetto. Una mossa che, nei piani di Ferrero, dovrebbe dare un po’ di vita economica al club.