L'idea di Sala: a Milano rincari tariffe in base al reddito

Durante il brindisi inaugurale per il nuovo anno con la stampa, il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha tracciato sfide e difficoltà per il 2023. A fronte di maggiori spese…

Sala rincari tariffe Milano
(Foto: Robert Hradil/Getty Images)

Durante il brindisi inaugurale per il nuovo anno con la stampa, il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha tracciato sfide e difficoltà per il 2023. A fronte di maggiori spese legate ai rincari energetici, la ricetta per far rientrare la spesa è fondamentalmente una e si chiama «progressività», ha detto il primo cittadino milanese.

Concetto che – scrive l’edizione milanese de La Repubblica – il sindaco ha spiegato così: «Chi ha di più, deve mettere mano al portafogli. Ogni singola azione la penseremo intensificando la logica dell’Isee e la gradueremo tenendo conto dei redditi di ogni singolo cittadino». Il ragionamento riguarderà in primis le tariffe: eventuali aumenti colpiranno le fasce di reddito più alte. Da qui la promessa per il nuovo anno: «Cercheremo di evitare che paghino le fasce più deboli della popolazione».

Da sciogliere ci sarà poi il nodo San Siro. A gennaio la giunta si esprimerà sull’interesse pubblico del progetto, che «credo possa essere confermato». Ma sul vecchio Meazza pende il pericolo del vincolo annunciato dal sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi.

«Se il vincolo ci deve essere è meglio che lo facciano subito. A quel punto le squadre potrebbero rimanere a San Siro oppure decidere di andare a Sesto San Giovanni, ma se la vedranno con il governo e io non sarei più in grado di impormi», ha concluso il sindaco.