“Non penso ci siano più parole da spendere. C’è da agire, ognuno farà la sua parte e vedremo”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando le parole del sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi, secondo cui è partito l’iter per vincolare lo stadio di San Siro e salvarlo dall’abbattimento.

“Do ragione a Matteo Salvini sul fatto che ognuno qua deve fare la sua parte – ha concluso a margine della presentazione della nuova puntata del programma di Alberto Angela ambientata a Milano -. Io la farò ma non certo cambiando opinione rispetto a quello che ho sempre detto”.

Nei giorni scorsi, Salvini aveva dichiarato: “Noi abbiamo assolutamente bisogno di uno stadio nuovo, moderno, sicuro ed efficiente. Ognuno si occupi del suo mestiere”, le parole del leader della Lega e ministro delle Infrastrutture, in risposta anche a quelle di Vittorio Sgarbi, che su San Siro ha spiegato: “Stiamo preparando un vincolo per tutelare il monumento. Sarà posto un vincolo di tutela storico relazionale, articolo 10 del Codice dei beni culturali, che non riguarda l’età del monumento ma il suo valore simbolico, la sua importanza in quanto memoria storica per i tifosi, per Inter e Milan e per Milano”.

SCOPRI L’OFFERTA SKYGLASS A 11,90 EURO AL MESE E ANTICIPO DI SOLO 1 EURO. SKYGLASS, MOLTO PIU’ DI UNA TV

PrecedenteDeschamps nell’intervallo: «È la finale di Coppa del Mondo e non la stiamo giocando»
SuccessivoIl caso DigitalBits che continua a imbarazzare l’Inter