WhaleFin come DigitalBits? Il Chelsea perde lo sponsor di manica

Le aziende di criptovalute sono entrate con irruenza nel mondo dello sport negli ultimi tempi grazie ad accordi di sponsorizzazioni molto vantaggiosi per le società. Un ingresso favorito anche dall’emergenza…

WhaleFin accordo Chelsea
(Photo by Stu Forster/Getty Images)

Le aziende di criptovalute sono entrate con irruenza nel mondo dello sport negli ultimi tempi grazie ad accordi di sponsorizzazioni molto vantaggiosi per le società. Un ingresso favorito anche dall’emergenza Coronavirus e dalle difficoltà economiche dei club, che hanno trovato nelle crypto risorse fresche per le proprie casse. Vedasi – tra i più importanti in Italia – l’accordo stipulato dall’Inter con Digitalbits, main sponsor anche della Roma, che si trova ora sotto la luce dei riflettori per i mancati pagamenti al club nerazzurro.

Ma la crisi che ha travolto il settore e le quotazioni delle criptovalute che si sono sgonfiate, dopo aver raggiunto l’apice, sta portando le aziende a ridurre i costi, e in questa logica rientrano anche le ultime mosse di WhaleFin, piattaforma di proprietà di Amber Group, società che ha sede a Hong Kong.

Secondo quanto riporta Bloomberg, dopo soli 7 mesi WhaleFin ha deciso di mettere fine all’accordo di sponsorizzazione con il Chelsea, che prevedeva la presenza del logo della società sulla manica della divisa da gioco della prima squadra maschile e femminile, dove prima campeggiava il brand Hyundai. WhaleFin si trova in difficoltà e ha dovuto adottare una politica di taglio dei costi, che prevede anche la riduzione della forza lavoro del 40%.

Il contratto con il Chelsea era stato stipulato sulla base di un corrispettivo a favore dei londinesi di circa 23,7 milioni di euro, più o meno la stessa cifra prevista per la seconda stagione nell’accordo fra Inter e Digitalbits: intesa che ha visto il brand ricoprire il ruolo di main sponsor dopo l’addio di Socios.

La stessa Whalefin vanta attualmente un accordo di sponsorizzazione con l’Atletico Madrid fino alla stagione 2026/27, che prevede un corrispettivo di 42 milioni a stagione per i Colchoneros. Attualmente, non ci sono notizie sulla possibilità che il contratto stipulato tra le due parti venga risolto.