Juventus operato caso plusvalenze
Lo stemma della Juventus (Image credit: Depositphotos)

Rimbalza il titolo della Juventus in Borsa, chiudendo per la prima volta con il segno positivo da quando sono state ufficializzate le dimissioni di Andrea Agnelli e dell’intero CdA del club bianconero.

Oggi a Piazza Affari il titolo ha chiuso con un +1,93% a 0,2788 euro per azione, di fatto tornando sui livelli di lunedì prima del terremoto che ha sconvolto i vertici della società torinese: rispetto a lunedì, infatti, il titolo ha perso soltanto lo 0,29% in Borsa, con una capitalizzazione pari a circa 710 milioni di euro. Alti anche oggi i volumi, con 11,7 milioni di pezzi scambiati rispetto a una media giornaliera quotidiana di circa 6 milioni.

In generale, la Borsa di Milano ha chiuso la quarta seduta settimanale in rialzo con il Ftse Mib a +0,31% e 24.685 punti. Piazza Affari ha sfruttato l’eco del rialzo di Wall Street della vigilia e le parole del presidente della Fed Powell secondo cui è possibile un rallentamento nel ritmo di crescita dei tassi già a dicembre. Soddisfazione anche per le notizie dalla Cina su un allentamento delle misure restrittive per i lockdown Covid.

Sul listino, in evidenza Stm (+2,32%) che beneficia del risveglio del settore tecnologico un po’ in tutta Europa. Rialzi per l’energia, con Terna +1,97%, Snam +0,47%, Enel +2,26%, A2A +1,06%, ma non per i petroliferi, con Eni -1,63% e Tenaris -2,33%. In difficoltà le banche, con Unicredit -3,64%, Intesa -1,77%, Bpm -2,42%, mentre Monte Paschi è salita dello 0,33% dopo l’uscita di oltre 4000 dipendenti da dicembre e conseguente calo dei costi. Tra le altre blue chip Tim recupera (+3,69%) dopo il calo di ieri, mentre il dossier rete unica si azzera e riparte da capo dopo la presa di posizione del governo. Bene Ferrari (+1,98%), Moncler (+1,69%), Pirelli (+2,03%), spunto di Diasorin (+3,78%).

Image creditDepositphotos

SKYGLASS A 11,90 EURO AL MESE CON 3 MESI DI SKY E NETFLIX INCLUSI. SCOPRI L’OFFERTA: SKYGLASS, MOLTO PIÙ DI UNA TV

PrecedenteMarotta: «Al livello giuridico i calciatori non siano più lavoratori subordinati»
SuccessivoMilan, le sfide con Arsenal e Liverpool in diretta tv