Gerry Cardinale
(Foto: AC Milan/AC Milan via Getty Images)

Non solo Milan, gli impegni di Gerry Cardinale nei giorni scorsi lo hanno portato nei giorni scorsi a Sydney. In Australia il patron del club rossonero ha partecipato all’annuale Conferenza ‘Sohn Hearts & Minds Investment Leaders’, l’evento di fund raising più importante d’Australia sulla ricerca medica, dove per il settimo anno i più brillanti gestori di patrimoni, banchieri e imprenditori hanno esposto le loro idee di investimento alla luce dell’attuale contesto di mercato.

Nell’occasione, intervistato da The Australian, il più autorevole quotidiano nazionale, Cardinale si è soffermato su come RedBird lavora per creare un ponte tra l’industria dello sport e dell’intrattenimento, anche sfruttando la tecnologia e i nuovi media. “Adottiamo lo stesso approccio – ha spiegato – in tutti i settori verticali in cui operiamo, fornendo soluzioni di capitale o costruendo aziende. Ma siamo conosciuti soprattutto per i nostri investimenti nello sport, perché oggi lo sport è sempre in primo piano”.

“Lo sport ha un’enorme capacità di resistenza, la cosa migliore consiste nel suo essere un vero e proprio ammortizzatore, in grado di resistere alla disintermediazione tecnologica. Quindi, anche se si sta evolvendo il modo in cui i fan e gli utenti consumano i contenuti dello sport, non cambia il valore di questi contenuti, che anzi sono più che mai onnipresenti”.

Cardinale ha poi rilevato che, nonostante RedBird abbia partecipazioni in società di assicurazioni, servizi finanziari, energia, dati, media e intrattenimento, lo sport è il settore per cui la società riceve più attenzione mediatica ed è quello che ha dato risultati migliori anche dal punto di vista della creazione di valore.

Le realtà sportive in cui RedBird ha investito, oltre al Milan, non erano necessariamente in difficoltà – ha sottolineato Cardinale nel suo colloquio con The Australian – ma hanno resistito autonomamente alla pandemia in presenza di un evento esogeno di portata globale. “L’unica battuta d’arresto è stata la monetizzazione dell’evento dal vivo”.

Secondo Cardinale il calcio, con la sua appassionata fanbase, ha quindi caratteristiche uniche tra gli investimenti di RedBird. Lo definisce infatti come una “partnership tra pubblico e privato” dato che i proprietari acquistano team che spesso hanno più di 100 anni di storia e sono strettamente integrate nella loro comunità. Ciò che induce Gerry a sentirsi impegnato anche come “custode”, oltreché naturalmente come proprietario effettivo.

SCOPRI IL BLACK FRIDAY DI SKY: SKY TV + SKY SPORT A SOLI 30,90 EURO AL MESE PER 18 MESI. IN OMAGGIO UNA XBOX SERIE S DEL VALORE DI 299 EURO CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA.

PrecedenteInfantino: «Critiche ipocrite: l’Europa non può dare lezioni morali»
SuccessivoSan Siro, da Inter e Milan 40 milioni per il progetto esecutivo