Brugge Benfica in streaming gratis
(Foto: Octavio Passos/Getty Images)

Lo Sporting Lisbona ha chiesto un risarcimento all’Inter per quanto concerne il trasferimento del calciatore portoghese Joao Mario al Benfica. Il giocatore classe 1993 aveva risolto il proprio contratto con il club nerazzurro nell’estate del 2021, prima di raggiungere un accordo con il Benfica e iniziare la sua nuova avventura calcistica.

Un anno dopo, lo Sporting Lisbona ha deciso di presentare alla società controllata da Suning una richiesta di risarcimento da 30 milioni di euro per l’operazione, ritenendo che l’Inter non avesse attivato un’opzione di prelazione nei suoi confronti, prevista qualora il calciatore si fosse trasferito in un’altra società portoghese.

Questo quanto si legge sul bilancio dell’Inter chiuso al 30 giugno 2022: «Infine, in data 10 agosto 2022, Inter ha ricevuto una richiesta di risarcimento per Euro 30 milioni sollevata da Sporting Clube de Portugal – Futebol (“Sporting CP) in relazione al trasferimento a titolo definitivo del calciatore Joao Mario al Benfica per mancata attivazione della clausola di prelazione a favore dello Sporting CP nel caso di trasferimento del calciatore verso una qualsiasi altra società partecipante al campionato portoghese».

«La Società, pur ritenendosi non responsabile di violazioni contrattuali, sta esaminando con i propri legali le contestazioni di controparte ed agirà nelle sedi competenti per la tutela dei propri interessi», conclude il club nerazzurro a proposito della questione.

IL MIGLIOR INTRATTENIMENTO DI SKY E LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE. ATTIVA SKY TV E NETFLIX + SKY SPORT A SOLI 24,90 EURO AL MESE PER 18 MESI. CLICCA QUI C’E’ TEMPO FINO AL 30 OTTOBRE.

PrecedenteIl TAR dichiara inammissibile il ricorso Juve su Calciopoli
SuccessivoInchiesta Juve, l’ex ministro della Giustizia Severino difenderà Arrivabene