Beppe Marotta con Steven Zhang (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )

“Cambio proprietà? Oggi siamo concentrati sul campo e come parte tecnica pensiamo a lavorare, quello che avviene sopra le nostre teste è in ballo da due anni. La decisione di Zhang sarà quel che sarà, ma hanno avuto sempre rispetto per la storia dell’Inter. Sono tranquillo da questo punto di vista”. Lo ha detto l’amministratore delegato dell’Inter Giuseppe Marotta, intervistato da Mediaset prima della gara di Champions League contro il Viktoria Plzen.

“È una sfida importante per due motivi: bisogna fare punti e trovare ancor più affiatamento e sicurezza, ne abbiamo bisogno. Scelte logiche a mio giudizio. Abbiamo due ottimi portieri, era da tanto che non c’era questa differenza minima e questo deve essere motivo di soddisfazione. Tutti i grandi club gestiscono due portieri, l’alternanza è positiva e dà sicurezza all’allenatore e alla squadra”.

“Turnover? L’allenatore valuta la caratura dell’avversario e lo stato di forma di quelli che per me sono co-titolari. Noi abbiamo 21-22 giocatori con valori differenti ma tutti degni di indossare la maglia nerazzurra. Devono dimostrarlo sul campo”, ha concluso.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteLa Samp apre agli aiuti degli imprenditori locali
SuccessivoTwitter, gli azionisti approvano l’offerta d’acquisto di Musk