Georginio Wijnaldum (Photo by Stuart Franklin/Getty Images)

Prosegue il mercato della Roma, che nell’ultima settimana ha completato una doppia operazione: in entrata, con l’arrivo in prestito di Georginio Wijnaldum dal PSG, mentre in uscita i giallorossi hanno salutato Jordan Veretout, ceduto a titolo definitivo al Marsiglia.

Una doppia operazione che sistema il centrocampo della squadra di Mourinho, dopo l’arrivo anche di Matic a parametro zero. Quale sarà l’impatto a bilancio dei due affari conclusi nell’ultima settimana per il club giallorosso?

Veretout, cifre e impatto della cessione a bilancio

Partiamo dall’operazione Veretout. Il centrocampista francese è stato ceduto al Marsiglia a titolo definitivo per 11 milioni di euro più bonus. Veretout al 30 giugno 2022 aveva un valore netto a bilancio pari a circa 7,4 milioni di euro, dopo essere stato acquistato nel 2019 dalla Fiorentina per 18,5 milioni di euro. La cessione a 11 milioni porta così a una plusvalenza per la Roma pari a circa 3,6 milioni di euro.

A questo, si può aggiungere anche quello che è il risparmio in termini di costi sul bilancio 2022/23: nella stagione 2021/22, infatti, Veretout pesava sui conti per complessivi 9,2 milioni di euro, di cui 5,5 milioni legati allo stipendio lordo e 3,7 milioni legati all’ammortamento annuo. Complessivamente, considerando quindi plusvalenza e risparmio a bilancio, l’effetto positivo sul bilancio 2022/23 della cessione di Veretout sarà pari a circa 12,8 milioni di euro.

Wijnaldum, cifre e impatto dell’affare a bilancio

Wijnaldum arriva a Roma in prestito con diritto di riscatto, con il club giallorosso che pagherà circa 5 milioni di euro dello stipendio (il resto sarà a carico del PSG). Il possibile riscatto o meno incide non solo sul valore eventuale dell’ammortamento dalla prossima stagione, ma soprattutto sul tema delle agevolazioni fiscali legate al cosiddetto Decreto Crescita: nel caso in cui Wijnaldum rimanesse in Italia almeno due anni, il suo stipendio lordo sarebbe pari a 6,5 milioni di euro, mentre dovesse rimanere solo nella prossima stagione, l’ingaggio lordo sarebbe pari a 9,2 milioni di euro.

Veretout e Wijnaldum, l’effetto sul bilancio

Al netto dell’impatto a livello tecnico, la doppia operazione genererà quindi un risparmio sul bilancio della Roma: l’impatto sarà positivo sull’esercizio 2022/23, considerando che la cessione di Veretout avrà un peso positivo per 12,8 milioni e l’arrivo di Wijnaldum peserà tra i 6,5 e i 9,2 milioni in base all’applicazione o meno del Decreto Crescita, con un impatto complessivo positivo quindi tra 6,2 e 3,5 milioni di euro sul bilancio.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteInter e Milan al Tar contro il Comune per l’affitto di San Siro
SuccessivoDigitalBits svela le strategie: nessun riferimento all’Inter