Mario Draghi dimissioni
(COPYRIGHT: Pool Stefano Carofei Insidefoto)

Il presidente del Consiglio Mario Draghi si è dimesso giovedì mattina, dopo aver tenuto un brevissimo intervento alla Camera in cui aveva ringraziato i deputato per il sostegno e il lavoro svolto. Ha parlato per circa mezz’ora al Quirinale con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a cui ora spetta decidere cosa fare.

L’ipotesi più probabile è che si incontri con i presidenti delle camere e poi le sciolga le camere indicendo nuove elezioni, che dovrebbero tenersi a inizio ottobre. Ieri al Senato si era concretizzata la fine della maggioranza: i senatori avevano votato tecnicamente la fiducia al governo, ma solo con 95 senatori. Movimento 5 Stelle, Forza Italia e Lega non avevano partecipato al voto, uscendo così dalla maggioranza.

«Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Palazzo del Quirinale il presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, il quale, dopo aver riferito in merito alla discussione e al voto di ieri presso il Senato, ha reiterato le dimissioni sue e del Governo da lui presieduto. Il Presidente della Repubblica ne ha preso atto. Il Governo rimane in carica per il disbrigo degli affari correnti», scrive il Quirinale in una nota.

GODITI L’ESTATE CON TIMVISION: DAZN CON TUTTA LA SERIE A TIM E INFINITY+ CON LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE FINO AL 31/08 TE LI OFFRE TIM, POI 19,99€/MESE PER 12 MESI. ATTIVA ORA E INIZI A PAGARE DA SETTEMBRE!

PrecedenteSerie A, nuova assemblea dei club tra radio e highlights a Sky
SuccessivoMorto Luciano Nizzola, ex presidente della Lega Calcio e della FIGC