Indice liquidità TAR
Il pallone della Serie A (Photo Cesare Purini / Insidefoto)

Il ricorso della Lega di Serie A contro il manuale di licenze nazionali 2022/2023 approvato dalla FIGC, in cui è stato anche introdotto l’indice di liquidità come requisito di ammissione al campionato, si discuterà presso il Collegio di Garanzia del CONI il prossimo 9 giugno a partire dalle ore 14.30.

Ecco il comunicato: “La Presidente del Collegio di Garanzia, avv. Gabriella Palmieri Sandulli, ha fissato l’udienza di discussione del ricorso, presentato dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio, il 9 giugno, a partire dalle ore 14.30, dinanzi alle Sezioni Unite.

Il ricorso riguarda l’annullamento del Comunicato Ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Calcio – F.I.G.C. n. 220/A del 27 aprile 2022 recante pubblicazione della delibera del Consiglio Federale FIGC del 26 aprile 2022 di approvazione del Sistema delle Licenze Nazionali per l’ammissione al Campionato Professionistico di Serie A maschile 2022/2023″.

«E’ un atto dovuto per difendere il ruolo e il prestigio della Lega, che si sarebbe evitato, se la Serie A fosse stata davvero ascoltata in questi mesi. Non si tratta di numeri o cifre decimali, ma delle modalità con le quali vengono discusse e prese decisioni di grandissima importanza per il futuro dell’intero movimento. Già lo scorso marzo, prima della mia elezione, la Serie A aveva evidenziato all’unanimità il problema, senza ottenere adeguate risposte», aveva dichiarato il presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, in merito al ricorso.

ABBONATI A DAZN. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteSan Siro, vertice tra club e coordinatore del dibattito pubblico
SuccessivoStillitano: «Punto a un torneo con quattro club di Serie A negli USA»