Abramovich saluti Chelsea
Roman Abramovich (Photo credit should read BEN STANSALL/AFP via Getty Images)
Nuovi dubbi attorno alla vendita del Chelsea. L’operazione da 4,25 miliardi di sterline (tra cessione e investimenti nel club) che dovrebbe portare i Blues nelle mani del consorzio guidato da Todd Boehly è piombata nuovamente nel caos a seguito di uno stallo tra il proprietario russo Roman Abramovich e il Governo del Regno Unito sui termini dell’accordo.

Secondo quanto riportato dalla testata britannica Sky News, i funzionari del Governo hanno dei dubbi sul fatto che una licenza speciale necessaria per approvare la vendita verrà rilasciata prima della fine del mese. Le persone vicine alle discussioni affermano che il Governo non ha ancora ricevuto rassicurazioni da Abramovich sulla destinazione dei proventi della vendita da 2,5 miliardi di sterline.

Senza un accordo prima delle scadenze, il Chelsea potrebbe essere escluso dalle competizioni per club la prossima stagione o addirittura affrontare la rinnovata minaccia di un’amministrazione controllata. L’oligarca ei suoi consiglieri hanno raggiunto un’intesa vincolante all’inizio di questo mese con un gruppo guidato dal co-proprietario dei Los Angeles Dodgers Todd Boehly.

Abramovich vanta ancora nei confronti del Chelsea un credito di 1,5 miliardi di sterline, ma prima di essere inserito nell’elenco dei sanzionati, ha dichiarato di voler rinunciare a questi soldi e di avere intenzione di destinare i proventi netti della cessione a una nuova fondazione istituita a beneficio delle vittime della guerra in Ucraina.

Sebbene abbia insistito sul fatto che questo rimane l’obiettivo, i funzionari affermano di non aver ricevuto sufficienti assicurazioni o impegni legali vincolanti dall’attuale proprietario. «Senza quelli, la licenza non verrà rilasciata», hanno fatto sapere.

L’acquisizione resta dunque soggetta all’approvazione della Premier League e al rilascio di una licenza speciale da parte del Governo. Un’operazione prevista nelle prossime due settimane, anche se le persone vicine all’accordo – sulla base degli ultimi contrasti – hanno sottolineato che non è ancora certo che questa licenza sarà rilasciata.

Image creditDepositphotos

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteMarotta: «Contatto con Allegri, poi abbiamo scelto Inzaghi»
SuccessivoLautaro Martinez apre un ristorante a Milano