Il dissenso dei tifosi United contro la gestione Glazer (copyright: Matt Wilkinson/via Onefootball)

La Football Association sta lavorando con la Premier League e la English Football League per limitare le acquisizioni di club facendo ricorso all’indebitamento (operazioni in leveraged buyout). Lo ha affermato, l’amministratore delegato della FA, Mark Bullingham.

“La cosa da guardare nelle future strutture di proprietà è il modo in cui il debito è strutturato per acquistare un club e assicurarsi che ci sia abbastanza sicurezza intorno a questo – ha spiegato Bullingham – È la misura in cui l’acquirente si è indebitato che è importante e che i club siano sostenibili e sicuri per andare avanti. È qualcosa che stiamo osservando con attenzione, e so che lo stanno facendo anche le leghe, per assicurarci che l’intera area venga esplorata in qualsiasi nuovo modello di proprietà che va avanti“.

La volontà è quella di porre un limite ai soldi che un potenziale proprietario può prendere in prestito rispetto agli asset di un club. Se una tale norma fosse stata in vigore 17 anni fa avrebbe potuto impedire l’acquisizione del Manchester United da parte della famiglia Glazer. L’acquisizione dei Red Devils con un prestito garantito dagli asset del club, ha generato oltre 1,5 miliardi di sterline di interessi.

Nel frattempo Bullingham e la FA continuano a lottare affinché venga introdotto un regolatore indipendente per il calcio inglese. “Pensiamo di poter fornire al governo un argomento davvero forte su come quel regolatore potrebbe sedersi a fianco della FA – ha affermato Bullingham -. Penso che si vedano i vantaggi che possiamo portare e possiamo intrecciarli con gli aspetti normativi che facciamo, ma chiunque dovrebbe avere un ampio grado di indipendenza. Quindi c’è ancora molto da lavorare e spetterà al governo decidere”.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI