Telecom prestito Sace
(Image credit: Depositphotos)

C’è l’accordo del fondo statunitense Kkr, secondo quanto appreso da Radiocor, all’intesa commerciale tra TIM, Fibercop e Open Fiber sulle aree bianche che vale, secondo indiscrezioni, oltre 200 milioni di euro. Il fondo, che nei giorni scorsi ha attentamente valutato l’operazione per tutelare che fosse nell’interesse di Fibercop, società della rete secondaria di TIM di cui è socio con il 37,5%, ha quindi dato via libera.

Il cda di Fibercop, di cui si attendeva l’ultimo ok all’operazione, ha dunque, sempre secondo quanto si apprende, deliberato a favore dell’accordo. L’assenso di Kkr era importante visto che il fondo ha il potere di veto sulle operazioni che non creano valore per Fibercop.

L’intesa tra TIM e Open Fiber riguarda sia le infrastrutture aree sia l’accesso alla casa dei clienti. Dopo l’accordo commerciale ora si guarda al memorandum d’intesa tra TIM e Cdp per la combinazione delle reti dell’ex monopolista e di Open Fiber e la formazione della cosiddetta rete unica.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI