ECA FPF nuova Champions
(copyright: Insidefoto)

Il caso plusvalenze tornerà a fare discutere. E’ stato infatti fissato al prossimo 17 maggio, alle ore 10, il secondo grado del processo sportivo sul tema della valutazione dei calciatori dinanzi alla Corte Federale d’appello. Lo apprende l’ANSA.

Il primo grado si era concluso con il proscioglimento degli 11 club – tra cui figuravano Juventus e Napoli – e 59 dirigenti da parte del Tribunale nazionale federale. Dopo la pubblicazione delle motivazioni la Procura federale diretta da Giuseppe Chinè aveva presentato ricorso alla Corte sportiva d’appello.

Per quanto riguarda la sentenza del primo grado, ad essere contestato era stato soprattutto il metodo di valutazione dei calciatori da parte della Procura. Una soluzione che aveva portato i giudici a decidere per il proscioglimento di tutti gli accusati, dai club ai dirigenti.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteCairo incassa oltre 3 milioni di stipendio nel 2021
SuccessivoElkann con Zuckerberg porta il cioccolato di Torino nel metaverso