Atalanta Torino Giudice Sportivo
(Foto: Valerio Pennicino/Getty Images)

Tra le partite che non si sono disputate all’Epifania c’è anche Atalanta-Torino. I granata erano stati bloccati dall’ASL di riferimento, che – ricorda La Stampa – aveva messo nero su bianco il divieto di partire per Bergamo e presentarsi sul terreno di gioco del Gewiss Stadium. Sarebbe stato un atto di ribellione davanti ad un’Autorità sanitaria territoriale che imponeva la quarantena per i contagi emersi nelle ultime ore.

La posizione del club di Cairo è stata affidata alla difesa dell’avvocato Eduardo Chiacchio, lo stesso che aveva fatto valere la causa di forza maggiore lo scorso inverno, ottenendone il riconoscimento nei tre gradi di giudizio sportivi, davanti ai ricorsi del patron della Lazio Claudio Lotito. Il Toro aspetta quindi il primo passo in agenda venerdì guardando al calendario.

Se il Giudice Sportivo dovesse rimandare la palla alla Lega, la nuova eventuale data per sfidare l’Atalanta non cadrebbe prima di marzo, il 2 se i nerazzurri dovessero uscire dalla Coppa Italia ai quarti con la Fiorentina, il 9 se Zapata e compagni dovessero essere eliminati allo spareggio per gli ottavi di finale di Europa League contro l’Olympiakos.

Se da un lato si fa leva sulla causa di forza maggiore, dall’altro – spiega La Stampa – ci sono riflessioni in corso. A riflettere su come comportarsi, anche per una questione di opportunità, è proprio l’Atalanta, che entro domani – spiega il quotidiano – deve decidere se costituirsi nel procedimento per ottenere il successo a tavolino facendo leva sul ricorso vinto dalla Lega di Serie A al TAR con quest’ ultimo che ha sospeso la quarantena il giorno dopo la Befana.

Nel mezzo c’è la variabile Udinese-Salernitana, la prima delle gare non giocate per Covid e dopo l’intervento delle ASL: i riflessi di quanto, questo pomeriggio, deciderà il giudice sportivo sulla sfida dello scorso 21 dicembre ricadranno anche su Atalanta-Torino, almeno così dovrebbe essere.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteL’accusa di Report a Lotito: carte false per comprare Alitalia
SuccessivoTetto dei 5mila bocciato? Verso capienza al 50% da febbraio