Velodrome Marsiglia (Photo by NICOLAS TUCAT/AFP via Getty Images)

La Francia prosegue ad aiutare il mondo dello sport. Il governo francese ha annunciato una serie di aiuti di cui possono beneficiare le aziende del settore sportivo la cui attività è stata colpita dalle restrizioni o dalle misure sanitarie imposte per frenare le infezioni da Covid-19.
Infatti, le aziende che hanno perso più del 65% dei loro ricavi a causa delle restrizioni e delle misure imposte per frenare le infezioni da Covid-19 potranno beneficiare degli aiuti stanziati dal governo francese.

Una delle perdite maggiori subite dallo sport è dovuta dalle restrizioni sul pubblico negli impianti: a fine dicembre 2021, la Francia ha decretato il limite di 5000 persone per gli eventi sportivi all’aperto, e di 2000 persone in quelli al chiuso.

La riduzione di capienza è una misura che ha ampiamente colpito lo sport professionistico in Francia, in particolare i club di calcio e rugby, due modalità molto seguite dal pubblico francese.

La Francia ha aiutato il settore sportivo con oltre 8 miliardi di euro dall’inizio della pandemia. Le imprese che hanno lasciato più del 50% del loro reddito a causa delle restrizioni decretate a dicembre, avranno anche accesso agli aiuti come costi fissi.

Invece, per quanto riguarda le imprese che hanno avuto accesso a prestiti con una garanzia statale, il governo francese ha deciso di estendere a dieci il periodo di rimborso degli attuali sei anni.