supercoppa Spagna
La Supercoppa di Spagna (Photo by Power Sport Images/Getty Images via comunicato stampa)

Stasera alle ore 20.00 andrà in scena la sfida tra Barcellona e Real Madrid, prima semifinale della Supercoppa spagnola 2022. La partita, così come tutta la competizione, si giocherà al King Fahd International Stadium di Riyad, in Arabia Saudita.

Le due compagini si incontreranno per la 184esima volta nella loro storia. Il bilancio è complessivamente equilibrato: 72 vittorie per i blaugrana, 76 per i blancos e 35 pareggi. La vincitrice sfiderà una tra Atlético Madrid e Atletico Bilbao, sfida in programma domani.

COME FUNZIONA LA SUPERCOPPA SPAGNOLA?

Il format della Supercoppa spagnola si distacca dalle altre federazioni calcistiche europee. La competzione venne istituita nel 1882 e fino al 2017 prevedeva la sfida in gara doppia tra la squadra campione di Spagna e la vincitrice de La Copa del Rey, la coppa nazionale. Dal 2018, la federazione spagnola ha optato per una sfida in gara secca. Nel 2020 è stato stravolto la struttura del torneo.

Infatti, la competizione viene giocata dalle due finaliste della coppa nazionale, la vincitrice del campionato e la squadra classificatasi seconda. Il nuovo formato prevede che la squadra campione di Spagna affronti una delle due finaliste di Coppa del Re, mentre l’altra finalista della coppa nazionale sfiderà la squadra arrivata seconda in campionato.

Una struttura che la stessa Arabia Saudita avrebbe voluto esportare per la Supercoppa italiana. Lo scorso ottobre, infatti, erano emerse indiscrezioni relativamente ad una offerta da parte dei sauditi da 200 milioni  alla Lega Serie A per rinnovare l’accordo per ospitare in terra saudita la Supercoppa Italiana per i prossimi sei anni e per struttura la competizione, seguendo il modello di Final Four introdotto dalla Spagna. Offerta che, tuttavia, non si è mai concretizzata.

Fino ad oggi, sono state giocate 35 edizioni della competizione. La squadra che ha ottenuto più successi è il Barcellona con 13 trionfi.