Chi è Richard Arnold
(Foto: DANIEL LEAL/AFP via Getty Images)

Richard Arnold è stato nominato nuovo amministratore delegato del Manchester United. Ex Managing Director dei Red Devils, Arnold è stato annunciato nella giornata di oggi, ma sarà investito del nuovo ruolo a partire dal 1° febbraio del 2022, quando anche Ed Woodward si dimetterà dal suo ruolo di vicepresidente esecutivo.

«Sono onorato di avere la possibilità di servire questo grande club e i suoi tifosi. Sono determinato a restituire quell’onore in ogni modo possibile», il commento di Arnold dopo la nomina ufficiale, pubblicata sul sito della società. Ma chi è Richard Arnold?

Chi è Richard Arnold –  Da PwC a InterVoice

Il nuovo CEO dello United ha iniziato la propria carriera entrando in PricewaterhouseCoopers (PwC, nota società che si occupa anche di revisione e che fa parte delle cosiddette Big Four) nel 1993, lavorando come senior manager nel settore delle telecomunicazioni e dei media. Mentre lavorava in PwC, ha lavorato alla privatizzazione della Saudi Telecom Company (STC) ed è stato coinvolto nell’offerta pubblica iniziale (IPO) di Orange Telecommunications nel Regno Unito.

Dopo sei anni di lavoro PwC, Arnold è entrato a far parte di Global Crossing Europe Ltd., una società di telecomunicazioni globale, e l’ha assistita nella ristrutturazione dell’attività all’inizio del nuovo millennio, tra il 1999 e il 2002. Successivamente – sempre nel 2002 – Arnold viene nominato Vice Direttore Generale di InterVoice Ltd., con la responsabilità della divisione vendite e marketing del canale internazionale della società.

Chi è Richard Arnold – L’esperienza allo United

E’ nel 2007 che Arnold entra a fare parte del Manchester United come direttore commerciale del club. È stato promosso managing director a partire dal 1° luglio 2013, assumendo il controllo delle operazioni commerciali del club, dopo che l’amministratore delegato David Gill è stato sostituito dal vicepresidente esecutivo Ed Woodward.

Arnold fa parte del consiglio di amministrazione della Manchester United Television (MUTV) e di Manchester United Merchandising Limited. Durante la sua permanenza al club, è stato determinante per far crescere l’appeal globale del brand dei Red Devils, aprendo uffici commerciali a Mayfair (Londra), New York e Hong Kong.

Tra i contratti di sponsorizzazione più importanti siglati sotto la sua supervisione c’è l’accordo della durata di sette anni e da 600 milioni di dollari con General Motors/Chevrolet (nel 2014) e un accordo per la fornitura di materiale tecnico da parte di Adidas per la cifra monstre di 1,3 miliardi di dollari su dieci anni (firmato nel 2015).

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI