Dipendenti sottopagati: indagati dirigenti Bayern Monaco

Possibile scandalo in arrivo in Baviera. Come riporta un’inchiesta di Sport Inside, i dirigenti del Bayern Monaco sono accusati di “trattenuta e appropriazione indebita di salari” così come “errata tenuta…

Bayern dipendenti sottopagati

Possibile scandalo in arrivo in Baviera. Come riporta un’inchiesta di Sport Inside, i dirigenti del Bayern Monaco sono accusati di “trattenuta e appropriazione indebita di salari” così come “errata tenuta di registri orari, mancata concessione del salario minimo” nei confronti dei dipendenti del Bayern Campus, il settore giovanile del club.

Le accuse coinvolgono figure di alto rango all’interno della società, tra cui l’amministratore delegato Oliver Kahn, il CEO della sezione sport Hasan Salihamidzic e il deputy CEO Jan-Christian Dreesen. Anche l’ex amministratore delegato Karl-Heinz Rummennigge è sospettato di essere stato al corrente delle pratiche illegali, che riguardano anche il pagamento dei dipendenti in contanti per aggirare la tassazione.

Il club è anche accusato di aver redatto rapporti errati sulla sicurezza sociale. Come riporta Bavarian Football Works, l’indagine è scattata alla luce delle irregolarità in altri  centri giovanili della Bundesliga: dopo che le autorità hanno eseguito un mandato di perquisizione e sequestrato numerosi documenti nelle sedi dell’Augsburg, il Bayern è stato preso di mira.

Molti testimoni sono già stati interrogati, compresi gli attuali ed ex allenatori. Sport Inside sostiene che alcuni hanno dichiarato che per molti anni hanno lavorato fino a 4 volte le dieci ore settimanali consentite; tuttavia, sono stati pagati la “base” di 450 euro per la stessa quantità di tempo.