Ronaldo indagine Juventus
(Foto: Emilio Andreoli/Getty Images)

La ormai famosa “carta Ronaldo” non c’è. Non solo, probabilmente potrebbe non saltare mai fuori, con i pm che indagano sulla Juventus ora hanno smesso di cercarla. Come riprota Tuttosport, infatti, i pm Ciro Santoriello, Mario Bendoni e l’aggiunto Marco Gianoglio, non sono riusciti a trovare, tra tutti i documenti sequestrati al club bianconero, quel documento a cui fanno riferimento alcuni dirigenti nelle intercettazioni.

Nelle telefonate tra Federico Cherubini, ds juventino, e Cesare Gabasio, avvocato del club, si faceva infatti accenno, in discussioni legate a Cristiano Ronaldo, a una carta che «non doveva esistere» e che «se salta fuori ci saltano alla gola per il bilancio». Tuttavia, spiega Tuttosport, la carta (che non si sapeva cosa fosse, se una scrittura privata o un contratto), non è emersa e, ammesso che sia mai esistita, la Juventus non ha aiutato la Procura a trovarla. Con il risultato che, eventualmente, se ne riparlerà in fase dibattimentale, ma tutto rimarrà a livello di ipotesi. Il resto dell’inchiesta, tuttavia, prosegue.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI