hellas verona bilancio 2021
Tifosi del Verona in tribuna (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Il Governo si starebbe preparando a una stretta sui Green Pass con il modello austriavo, nel caso in cui la curva epidemica continui a risalire. Anche per le attività di divertimento, a partire dagli stadi.

Come riporta la Stampa, infatti, si attende la giornata di venerdì, quando il monitoraggio dell’Iss dirà se l’indice Rt è salito al punto da far prevedere una crescita esponenziale dei casi, per capire come si muoverà il Governo. Una delle prime mosse dovrebbe essere una stretta sulle condizioni per ottenere il Green Pass, a partire dall’idea di ridurre da 12 a 9 mesi la durata del certificato.

La seconda mossa, invece, riguarderebbe lo svago, che verrebbe di fatto aperto ai soli vaccinati come avviene in Austria. In sostanza, il Green Pass per cinema, teatri, stadi, bar e ristoranti verrebbe infatti rilasciato solo a chi ha completato il ciclo vaccinale e ai guariti da non più di sei mesi, escludendo così il tampone, rapido o molecolare che sia.

Non dovrebbe invece cambiare la situazione per quanto riguarda la sfera lavorativa, con l’accesso che rimarrebbe legato anche alla possibilità di mostrare solo il risultato negativo di un test eseguito da non più di 48 ore.

Una situazione che cambia di regione in regione, tuttavia «Siamo a un passo dalla zona gialla e questo è dato dal numero dei ricoveri Covid in area medica, molto vicino al 15% dei letti disponibili», ammette il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. Aggiungendo poi: «Non possiamo far pagare il prezzo di nuove chiusure anche ai vaccinati». Come a voler già anticipare la mossa del Governo, pensando di applicare da subito il modello austriaco.

Scopri TIMVISION Gold con tutto Netflix, Disney+, DAZN con tutta la Serie A TIM, Infinity+ con la UEFA Champions League. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni