dove vedere Irlanda del Nord-Italia Tv streaming
Roberto Mancini (Foto: Claudio Villa/Getty Images)

“Non abbiamo vinto l’Europeo per caso, difendendoci e giocando in contropiede, abbiamo meritato di vincere contro squadre sulla carta più forti. Credo molto nei miei ragazzi, capisco che ci sono momenti in cui non si riesce a dare il massimo: il mio ottimismo per la qualificazione ai Mondiali arriva dalla considerazione che siamo un’ottima squadra”. Lo ha dichiarato Roberto Mancini nel suo intervento alla presentazione del libro “Il Ritorno degli Dei” nell’ambito del Social Football Summit 2021.

“Quando è stata sorteggiata la Svizzera sapevo che sarebbe stato un girone difficile, anche se non pensavo di andare agli spareggi – ha proseguito il ct della nazionale – Nelle due partite contro la Svizzera non abbiamo subito nulla, ma purtroppo i rigori si sbagliano. In estate abbiamo vinto un Europeo ai rigori, stavolta è andata così, può capitare. Ora dobbiamo ritrovare le forze e prepararci per marzo”.

“Oggi è un giorno particolare. Pensavamo di essere già qualificati ai Mondiali, ma bisogna saper accettare il verdetto del campo anche quando è negativo. Abbiamo ancora delle possibilità e ce le giocheremo: se doveva esserci un momento negativo, meglio adesso che a marzo o poi al Mondiale”.

“A Belfast non è stata una partita positiva – ha proseguito il ct della nazionale – Stamattina ho ripensato alla gara, ma abbiamo vissuto già tante situazioni simili da giocatori e poi da allenatori. Ci sono momenti in cui le cose non vanno bene, ma continuo a essere molto fiducioso e questo ci darà qualcosa in più per dire la nostra. Veniamo da 40 partite con una sola sconfitta, dobbiamo pensare sempre in modo positivo.

“Chi eviterei ai play-off? Se abbiamo tutti i giocatori a disposizione possiamo incontrare chiunque, non è un grande problema. Se proprio dobbiamo toglierne una dico il Portogallo, perché sarebbe una sfida dura per entrambe le squadre, ma per il resto possiamo affrontare chiunque”.

“Il problema maggiore, che peraltro riguarda tutte le nazionali, è rappresentato dai tanti infortuni avuti in un momento decisivo. La condizione non era la migliore, ma non ci abbatteremo per quanto capitato in queste settimane”, ha aggiunto il ct della nazionale, con un’ultima riflessione sul futuro. “Dobbiamo sempre pensare a inserire giocatori giovani, che magari tra un anno potrebbero tornare utili, ma questi calciatori dovrebbero fare esperienza nei propri club, altrimenti essere pronti a questo livello non è semplice”, ha concluso Mancini.

Scopri TIMVISION Gold con tutto Netflix, Disney+, DAZN con tutta la Serie A TIM, Infinity+ con la UEFA Champions League. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni