(copyright: rivian.com/newsroom)

Quotazione in borsa da 100 miliardi, valore di borsa di 120 miliardi, con poco oltre 150 veicoli venduti: sono questi gli incredibili numeri di Rivian, società statunitense produttrice di SUV e camion elettrici, considerata la principale antagonista di Tesla. Ma cosa c’è dietro a questo presunto mistero della finanza? Il Wall Street Journal, in un articolo riportato in Italia da Milano Finanza, ha provato a rispondere.

Fondata 12 anni fa nel Michigan, Rivian era stato salutata come la nuova Tesla. Tuttavia, mentre questa si era quotata in borsa dichiarando 86 milioni di fatturato e con valutazione di 1,7 miliardi di dollari, Rivian ha compiuto lo stesso passo vendendo quasi esclusivamente ai propri dipendenti, con entrate previste per un massimo di 1 milione di dollari nel terzo trimestre. Valore delle azioni in borsa? 120 miliardi di dollari. Con soli 156 veicoli consegnati, la casa del Michigan è così diventata il quinto produttore di auto più grande al mondo per valore di mercato.

Per fare un paragone, si prenda in considerazione General Motors, che lo scorso anno, ha registrato 122 miliardi di dollari di entrate. Valore in borsa: 89 miliardi di dollari. «General Motors è molto sottovalutata, nel momento in cui stiamo per entrare in un meraviglioso periodo, dopo aver investito tre-quattro anni fa nei veicoli elettrici», aveva dichiarato in settimana Mary Barra, amministratore delegato.

L’irritazione di Barra è spiegata anche dalle pressioni esercitate da General Motors per far concedere sussidi governativi sulle vetture elettriche. Sussidi che ora alimentano la fiducia degli investitori non tanto nei confronti di Rivian, quanto nelle politiche di Washigton per spingere il consumatore a comprare EV. Con il risultato che il titolo della casa del Michigan sta letteralmente volando.

Un esempio di queste politiche è dettato dal disegno di legge dei democratici da 4.000 miliardi di dollari, che include un credito d’imposta del 30% per i veicoli elettrici. Amazon approfitterà del sussidio per comprare ben 100mila veicoli Rivian, mentre i consumatori potranno ottenere un credito d’imposta di 7.500 dollari per pick-up, furgoni e SUV che costano fino a 80 mila dollari.

Tutto questo convince e fa ben sperare gli investitori, per quanto i veicoli consegnati da Rivian siano soltanto 156, e nonostante l’azienda abbia già specificato che non potrà soddisfare i 55.400 ordini che ha ricevuto per camion e SUV entro il 2023.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi