Conte clausola Inter
(Foto: Alessandro Sabattini/Getty Images)

Antonio Conte sembrerebbe essere a un passo dal diventare il nuovo allenatore del Tottenham. Il tecnico salentino, fermo in questa stagione dopo l’esperienza di due anni all’Inter, sarebbe pronto a siglare un accordo con il club londinese.

Fondamentale in questo senso la presenza di Fabio Paratici come manging director, che avrebbe corteggiato Conte già dall’estate. L’allenatore era stato accostato anche ad altri club inglesi come Arsenal e Manchester United, ma la sua destinazione sembra ormai certa.

L’approdo di Conte al Tottenham riguarderà in parte anche l’Inter e la buonuscita versata all’allenatore al momento dell’addio. Se fosse ufficiale il passaggio agli Spurs, il club nerazzurro andrebbe a versare al tecnico per intero la somma pattuita al momento della separazione.

«Gli accantonamenti dell’esercizio – si legge nel bilancio dell’Inter chiuso al 30 giugno 2021 –, pari ad Euro 17.365 migliaia, si riferiscono principalmente:

  • agli oneri per retribuzioni contrattualmente dovute al personale tesserato non più impiegato nel progetto tecnico, pari ad Euro 14.352 migliaia: qualora entro la data del 31 dicembre 2021 tale personale assumesse nuovi incarichi presso altri club italiani, il valore del fondo verrebbe interamente rilasciato a Conto Economico nella voce “Altri ricavi – Rilascio Fondi rischi e oneri”».

La somma, dunque, non sarebbe stata versata nel caso in cui Conte fosse approdato entro dicembre sulla panchina di un club italiano. Il suo ingaggio a Londra escluderebbe definitivamente questa ipotesi, non facendo scattare la clausola presente all’interno del bilancio nerazzurro.

Scopri TIMVISION Calcio e Sport: Serie A e Champions League in un unico abbonamento a 19,99 €/mese. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni