(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images for Lega Serie B)

Non va a buon fine per Alessio Cerci la causa intentata contro la Salernitana. Come riporta Tuttomercatoweb, l’esterno ex Fiorentina e Torino aveva portato in giudizio il club in cui aveva militato nella stagione 2019-20, chiedendo che gli venisse riconosciuto il contratto biennale firmato nel 2019 e trasformato in annuale dai campani. In particolare, Cerci chiedeva un risarcimento da tre milioni di euro.

Il ricorso è stato rigettato dal Collegio Arbitrale, che ora pone a carico del calciatore, fermo il vincolo di solidarietà tra le parti, il costo amministrativo di 250,00 euro oltre IVA. Inoltre, il Collegio ha condannato Cerci alla “refusione delle spese di lite che si liquidano, previa compensazione parziale tra le parti, nella misura di 5,000 euro”, oltre spese generali ed accessori di legge in favore dell’avvocato Gentile che si è dichiarato antistatario.

Cerci aveva firmato con la Salernitana allora di Claudio Lotito nell’agosto 2019, dopo le esperienze di Atletico, Verona e Ankaragurucu. Con i granata ha collezionato soltanto 10 presenze in Serie B, senza mai trovare il gol.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi