Il presidente Uefa Aleksander Ceferin (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

Il primo effetto del post-Superlega? Più potere ai club per quanto riguarda gli aspetti commerciali (quindi anche relativamente alla vendita dei diritti tv) delle competizioni europee come primo effetto del post-Superlega.

Dal 2024 infatti la UEFA coinvolgerà direttamente anche le società nella gestione, con la creazione di una joint venture dal nome Uefa Club Competitions SA (UCCSA) che venderà i diritti per le competizioni UEFA per club ed è partecipata anche dall’ECA, l’associazione europea dei club oggi presediuta dal numero uno del PSG Nasser Al-Khelaifi.

Già nel 2017 era stata fondata una società, la UCC SA, per consentire all’ECA di dialogare con la UEFA dando consigli su come vendere al meglio i diritti tv oppure su temi come i diritti di sponsorizzazione. La decisione finale, in ogni caso, rimaneva in capo alla UEFA.

Ora, dopo il caos legato alla proposta di scissione da parte di 12 top club con la creazione della Superlega, la situazione è cambiata, perché i club saranno coinvolti direttamente. In quella che, secondo quanto è stato riferito a Calcio e Finanza, è una conseguenza di quanto avvenuto nei mesi scorsi, con una strada aperta per facilitare un maggior peso diretto dei club nelle decisioni ritenute più importanti dal punto di vista economico.

Il nuovo modello, con cui essenzialmente dividerà il controllo di Champions ed Europa League con le società, è in parte pensato dall’Uefa così anche per soffocare definitivamente o quasi l’idea della controversa Superlega.

D’altronde, erano stati gli stessi dirigenti protagonisti della nascita della Superlega ad avere chiesto, nei mesi scorsi, “maggiore coinvolgimento delle società” secondo le parole di Ed Woodward, vicepresidente del Manchester United.

La nuova joint venture agirà da firmataria di tutti gli accordi per le competizioni UEFA per club dalla stagione 2024/25. La stima è che il fatturato totale dalle coppe europee raggiunga circa 3,6 miliardi di euro a stagione per il ciclo triennale 2021-2024, un importo che copre tutti i diritti commerciali delle competizioni per club UEFA, inclusi i diritti tv, i diritti di sponsorizzazione e licenze. Si tratterà di un aumento di circa il 12,5% rispetto ai 3,2 miliardi di euro a stagione guadagnati nel ciclo 2018-2021. I più grandi club europei, però, ora si aspettano proposte che forniscano una garanzia minima o vendite di progetti con importi di gran lunga superiori a quelli attualmente generati.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI