Nicola Volpi, primo a destra, insieme a Marco Fassone, Angelomario Moratti ed Erick Thohir (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Un filo nerazzurro collega il fondo saudita PIF, la casa automobilistica di super lusso Pagani e l’Inter. Le voci degli ultimi giorni su un possibile interessamento del Public Investment Fund per la società oggi in mano a Suning hanno riacceso le discussioni, ma il club nerazzurro nel caso non sarebbe il primo investimento saudita in Italia.

Lo scorso agosto, infatti la Horacio Pagani ha annunciato una “partnership strategica di lungo termine con il Public Investment Fund”, accordo che prevede “un investimento a lungo termine da parte di PIF”, con il fondo saudita che è diventato così azionista di minoranza della casa fondata nel 1991 dall’italo-argentino Horacio Pagani.

Una operazione che ha visto così il controllo rimanerealla famiglia Pagani, che detiene ancora il 66%, mentre il PIF ha acquisito un 30% affiancando nel capitale gli azionisti di minoranza storici Emilio Petrone (amministratore delegato di Sisal) e Nicola Volpi. Proprio quest’ultimo, imprenditore milanese classe 1961 e manager esperto nel settore finanza, è il collegamento che unisce, in maniera particolare, l’Inter e PIF.

Volpi infatti dal 2013 ha creato, insieme a Petron, Movidea, che ha investito tra le altre società appunto in Pagani. Ma, soprattutto, dal 2014 al 2018 è stato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Inter in quota Erick Thohir, lasciando poi il CdA con l’addio dell’imprenditore indonesiano. In particolare, Volpi ha contribuito nella complessa e innovativa operazione di re-financing della società, condotta assieme a Goldman Sachs.

Un filonerazzurro tra Pagani e l’Inter che, tra l’altro, contraddistingue anche la passione per le auto di Steven Zhang, numero uno del club nerazzurro, che da anni posside infatti proprio una Pagani Huayra coi colori dell’Inter.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI