Barella stipendio Inter
(Foto: Alessandro Sabattini/Getty Images, via Onefootball)

La fascia di capitano e un contratto importante. Nicolò Barella è pronto a diventare un punto fermo dell’Inter per gli anni a venire, e il club nerazzurro intende offrirgli il riconoscimento che merita dopo più di due anni di onorato servizio.

Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, arriveranno dunque rinnovo lauto più fascia, anche se servirà ancora tempo per dare sostanza alla forma (comunque entro il 30 giugno). L’ambizione del numero 23 è quella di un contratto rotondo fino al 2026: 5 milioni l’anno per un totale di 25 milioni netti circa.

La cifra, in linea generale, non è distante da quanto i dirigenti nerazzurri vorrebbero offrire. Insomma, c’è margine per trattare con deciso ottimismo. Prima di spingersi, però, l’AD Beppe Marotta e il Ds Piero Ausilio devono gestire con prudenza le finanze e ragionare su un lungo orizzonte temporale.

Per questo, con la prospettiva di poter diventare una bandiera, Barella è pronto a spalmare l’ingaggio per non gravare subito sulle casse interiste e può “accontentarsi” di non ricevere l’aumento per due stagioni, questa e la prossima.

Barella stipendio Inter – L’accordo “a scalare”

L’idea è quella di proseguire con lo stipendio da 2,5 milioni fino al 2023, a patto di compensare poi nel triennio successivo: da quel momento e fino al 2026 lo stipendio lieviterà ben oltre i 6 milioni, fino a 7 milioni nell’ultima stagione. Il totale sarebbe appunto quello deciso: 25 netti.

Su questa base si continuerà a parlare nei prossimi mesi, senza fretta visto che non incombe una rigida scadenza come nel caso di Brozovic: c’è tempo per smussare gli angoli e per lavorare di fino sui bonus. Ma nessuna clausola sarà inserita, nonostante Psg e Liverpool abbiano mostrato più volte interesse.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI